Fra le lacrime l'ultimo salutoad Andrea Passera
Cronaca

Fra le lacrime l'ultimo saluto
ad Andrea Passera

Tra una grande commozione si sono celebrati venerdì scorso alla chiesa del Sacro Cuore del quartiere di corso Alba i funerali di Andrea Passera, il camionista di 40 anni che ha perso la vita una

Tra una grande commozione si sono celebrati venerdì scorso alla chiesa del Sacro Cuore del quartiere di corso Alba i funerali di Andrea Passera, il camionista di 40 anni che ha perso la vita una settimana fa in un terribile incidente stradale in tangenziale. Tantissime le persone che hanno voluto stringersi intorno ai suoi genitori, alla sorella e ai quattro figli dell’uomo, che hanno tra i 3 i 17 anni, in un momento così duro per loro.

Passera era molto conosciuto in città e stimato e ben voluto da tutti quanti lo conoscevano, amici e colleghi. Una grande partecipazione al lutto che è passata anche attraverso i social, con decine e decine di messaggi di cordoglio e di saluto al camionista astigiano, che da diversi anni lavorava alla Comea che ha sede in città. Gli amici si sono attivati anche attraverso un’iniziativa di solidarietà, per dare sostegno alla sua famiglia e ai suoi figli. Presso la Cassa di Risparmio di Asti è stato aperto un conto corrente intestato alla sorella Patrizia. Queste le coordinate bancarie a cui devolvere offerte da parte di chi ne ha la possibilità: IT21 H060 8510 3040 0000 0029 735.

Un terribile destino quello che ha incontrato Andrea Passera lunedì scorso sulla tangenziale. Mentre viaggiava dalla zona dello svincolo di corso Savona in direzione di corso Alessandria, ha dovuto fermare il suo camion per un’avaria. Erano le 7,10 e la giornata di lavoro era appena iniziata. Ha telefonato al principale ed è poi sceso in strada, forse per valutare meglio la situazione. Un altro autotreno, la cui vista potrebbe essere stata oscurata da un altro mezzo pesante che precedeva, ha investito in pieno il rimorchio di Passera, coinvolgendo anche lui in modo inesorabile.

Marta Martiner Testa

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Edizione digitale
Precedente
Successivo