La Nuova Provincia > Cronaca > Nei supermercati si rubano alimentari
e vestiti, raffica di arresti dei carabinieri
CronacaAsti -

Nei supermercati si rubano alimentari
e vestiti, raffica di arresti dei carabinieri

Un fine settimana turbolento nei mercati e supermercati astigiani. Numerosi i furti denunciati, nel bottino non solo soldi ma anche generi alimentari, bottiglie di superalcolici e indumenti. Sei in tutto gli arrestati

Tante persone sorprese a rubare al mercato e nei supermercati, nel fine settimana, in città e nei paesi della provincia. Il primo episodio è avvenuto in piazza Campo del Palio nel primo pomeriggio di sabato: un pensionato di 62 anni di Casorzo aveva appena prelevato la somma di 200 euro dal bancomat, quando un giovane glieli ha strappati di mano. I carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di Asti, insieme agli agenti della polizia municipale, che avevano assistito alla scena, hanno arrestato per rapina impropria un marocchino 21enne residente ad Alessandria. Nelle sue tasche avrebbero trovato anche circa un grammo di hashish. Al negozio “Cisalfa” è stato arrestato dai carabinieri un 21enne peruviano, residente in città, Fausto Cruz Sanchez: i militari, chiamati dal direttore dell’esercizio commerciale, lo avrebbero trovato in possesso di un paio di pantaloni del valore di 60 euro, nascosti sotto la giacca.

Sempre nella struttura di corso Casale, ma al supermercato Esselunga, i militari astigiani hanno arrestato un giovane di 22 anni, romeno, senza fissa dimora, Gheorghe Chirita: il personale antitaccheggio lo ha fermato dopo le casse trovandolo in possesso di due bottiglie di superalcoolici, nascoste nel giubbotto, ma i carabinieri, controllando le riprese della videosorveglianza, avrebbero scoperto che l’uomo, poco prima, aveva rubato altri generi alimentari, per un valore di 60 euro e che aveva già portato fuori dal centro commerciale, eludendo il servizio di controllo e nascondendo la merce nel parcheggio esterno. Arresti anche all’esterno del supermercato U 2 di Nizza.

Nel tardo pomeriggio di sabato una pattuglia di carabinieri, passando di fronte al parcheggio, avrebbe notato tre giovani che cercavano di nascondere uno shopper. Insospettiti hanno deciso di procedere ad un controllo, scoprendo che all’interno della borsa in plastica c’erano parecchi generi alimentari, per un valore di circa 150 euro. Gli arrestati, con l’accusa di furto, sono tre marocchini residenti nella zona: Anas El Kahaddar, 21enne, residente a Nizza, Mohamed Belamanya, 31 anni, e Azedine El Harch, 27 anni, entrambi residenti ad Incisa Scapaccino.

Articolo precedente
Articolo precedente