Cerca
Close this search box.
Risultati confortanti per la differenziata a San Damiano
Cronaca

Risultati confortanti per la differenziata a San Damiano

La raccolta differenziata praticata su tutto il territorio del Comune ha dato ottimi risultati anche nei primi mesi del 2013, per ogni genere di rifiuto. E soprattutto importante notare che i

La raccolta differenziata praticata su tutto il territorio del Comune ha dato ottimi risultati anche nei primi mesi del 2013, per ogni genere di rifiuto. E soprattutto importante notare che i cittadini hanno ben compreso il concetto di raccolta differenziata, separando esattamente un materiale dall’altro, il che consente di raggiungere percentuali di purezza assai vicine al 100%.

Questi dati della raccolta nel 2012: sono stati raccolti 16.840 kg di carta, 196.140 di imballaggi di plastica, 577.840 kg di rifiuti di indifferenziata, 116.260 kg di sfalci di potatura, 619570 di rifiuti organici. Nell’insieme, sono stati raccolti nel territorio di San Damiano 1.910.690 kg di rifiuti. A proposito del rifiuto indifferenziato è interessante notare i grandissimo calo che si è verificato negli ultimi tre anni: nel mese di gennaio 2011 se ne erano raccolti 122460 kg, nel gennaio 2012 i kg erano scesi a 78060, mentre nel gennaio 2013 sono stati solo 43050. Nel contempo si sono raccolti 17.430 kg di plastica nel gennaio 2011, 11050 nel 2012 e 10140 kg nel gennaio 2013. Stesso andamento si registra per la carta, con 25160 kh (gennaio 2011) 15100 kg (gennaio 2012) e  22190 nel gennaio 2013.

Sono stati assai soddisfacenti anche i risultati della raccolta di abiti usati, per la quale sono stati predisposti quattro raccoglitori in punti diversi del paese. La cooperativa “No problem”, cui è affidata la raccolta, segnala che vengono ritirati abiti buoni ed in ordine, che consentono di recuperare praticamente tutto quel che è stato gettato.

Unica nota dolente rimane l’inciviltà di alcuni che, come constata Patrizia Boffa, che sin dall’inizio della raccolta differenziata ha seguito le sue modalità di svolgimento: «purtroppo alcuni cittadini conservano l’usanza di gettare i sacchetti di rifiuti nei fossi e nei campi, oppure nei luoghi meno esposti alla vista. Non si capisce perché si voglia sporcare il territorio comunale, pur esistendo la possibilità di un corretto smaltimento di ogni tipo di rifiuto».

Renato Romagnoli

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Le principali notizie di Asti e provincia direttamente su WhatsApp. Iscriviti al canale gratuito de La Nuova Provincia cliccando sul seguente link

Scopri inoltre:

Edizione digitale