Cerca
Close this search box.
A Costigliole la curiosa storia di Pasquale Gallo, il "reduce morto in guerra"
Cultura e Spettacoli

A Costigliole la curiosa storia di Pasquale Gallo, il "reduce morto in guerra"

Sabato alle 10, nella Sala Consigliare del Comune di Costigliole d’Asti si terrà un incontro per ricordare la singolare storia del “reduce caduto in guerra” Pasquale Gallo, che ha combattuto

Sabato alle 10, nella Sala Consigliare del Comune di Costigliole d’Asti si terrà un incontro per ricordare la singolare storia del “reduce caduto in guerra” Pasquale Gallo, che ha combattuto nella Grande Guerra. Dopo l’intervento del sindaco Giovanni Borriero e delle altre autorità, Alfredo Gallo, figlio di Pasquale, ricorderà il padre  soldato e donerà all’archivio storico comunale una serie di 10 documenti relativi alla sua vicenda.

Originario di Costigliole d’Asti e chiamato alle armi nel febbraio del 1917, Pasquale Gallo prende parte a diverse battaglie, tra cui quella di Caporetto, con il suo battaglione di fanteria. Nel maggio del 1918 fu dato per morto in un combattimento sul Carso: segue comunicazione alla famiglia, onorificenze e nome scolpito sul monumento dei Caduti per la Patria. Ma incredibilmente lui sopravvisse, fu prigioniero e infine tornò a casa.

L’appuntamento sarà motivo per ricordare anche quella Prima Guerra Mondiale mentre il Comune di Costigliole d’Asti è già impegnato a organizzare l’evento per la ricorrenza del centenario. Sabato, dopo l’incontro in Comune organizzato in collaborazione con il locale Lions Club, seguirà il corteo e la deposizione di una corona al monumento ai Caduti e infine sarà servito un aperitivo alla Cantina dei Vini.

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Le principali notizie di Asti e provincia direttamente su WhatsApp. Iscriviti al canale gratuito de La Nuova Provincia cliccando sul seguente link

Scopri inoltre:

Edizione digitale