Asti ricorda la morte di AlganonLa strage di Bologna e un quadro in Comune
Cultura e Spettacoli

Asti ricorda la morte di Alganon
La strage di Bologna e un quadro in Comune

Anche una delegazione del Comune e della Provincia di Asti, con i rispettivi gonfaloni, ha partecipato a Bologna alla commemorazione delle vittime della strage alla stazione ferroviaria avvenuta il 2

Anche una delegazione del Comune e della Provincia di Asti, con i rispettivi gonfaloni, ha partecipato a Bologna alla commemorazione delle vittime della strage alla stazione ferroviaria avvenuta il 2 agosto 1980. Un atto terroristico nel quale perse la vita, tra gli altri, l’astigiano Mauro Alganon, 22 anni. E’ stato l’assessore ai Servizi Sociali Piero Vercelli a testimoniare la vicinanza degli astigiani a tutte le famiglie vittime della strage che ancora oggi chiedono si faccia completa luce sui mandanti. Nel frattempo Asti ha voluto ricordare Mauro Alganon scoprendo il quadro “La strage di Bologna” del maestro Carlo Carosso, già precedentemente collocato nei giardini Alganon e nell’atrio della stazione. L’opera ha trovato la sua definitiva collocazione all’ingresso degli uffici comunali di piazza Catena, ex tribunale. Per l’occasione è stata fatta una piccola cerimonia inaugurativa alla presenza di Silvana Alganon, sorella di Mauro, e di Patrizia Danelon, compagna di Carosso.

«Lo scorso anno, in occasione del mio primo 2 agosto da sindaco – ha commentato Fabrizio Brignolo – avevo sentito la signora Alganon, che mi aveva rappresentato come era grande desiderio della stessa e della madre della vittima, purtroppo deceduta tre anni fa, rivedere il quadro esposto al pubblico. Avevo quindi preso l’impegno di ricercare e recuperare l’opera per tornare ad esporla entro il 2 agosto di quest’anno. Siamo contenti di aver mantenuto l’impegno non solo per rinnovare la memoria del nostro concittadino scomparso – ha concluso Brignolo – ma anche per il valore artistico dell’opera di proprietà comunale». Alla cerimonia erano presenti gli assessori Maria Bagnadentro, che con i Lavori Pubblici ha curato l’installazione, Piero Vercelli, Alberto Pasta, Marta Parodi e il vice sindaco Davide Arri.

r.s.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo