sd
Cultura e Spettacoli
Libri

Canelli, “Io c’ero”: le storie minime partigiane presentate in biblioteca

Giovedì saranno presenti le due autrici, Laura Nosenzo e Loredana Dova. Prenotazione obbligatoria per partecipare

“Io c’ero. Cinquantuno storie tra fascismo e liberazione” di Laura Nosenzo e Loredana Dova chiuderà, giovedì 17 giugno, il programma di eventi dell’associazione Memoria Viva e Comune dedicati al 75° anniversario della nascita della Repubblica. L’appuntamento è per le 21 al Teatro Balbo con ingresso libero. Nel rispetto delle regole anti-Covid, per partecipare è indispensabile prenotare all’indirizzo mail info@memoriaviva-canelli.it o telefonare al 335.7758153. Le autrici astigiane dialogheranno con Mariapia Di Matteo, presidente di Memoria Viva.
Introduzione affidata al sindaco Paolo Lanzavecchia, e Paolo Lanfranco, presidente della Provincia di Asti. “Io c’ero” racconta la guerra e la Resistenza da un punto di vista singolare: quello dei sentimenti intimi e privati di chi partecipò alla lotta di liberazione.
Nell’incontro al Balbo si approfondiranno, in particolare, le testimonianze di due garibaldini: Franco Testore, figlio di Pierino (nome di battaglia “Gino”), sindaco di Canelli, e Piera Adorno, figlia di Francesco, “Fiorino”.
Durante la serata non mancheranno riferimenti ad altri personaggi, raccontati in modo inedito nel libro, che hanno fatto la Resistenza nel Sud Astigiano.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo

Per la tua pubblicità su
la nuova provincia

Agenzia Publiarco
chiama il n. 0141 593210
oppure invia una mail