Josè Domingo Molas
Cultura e Spettacoli
Monologo

Castelnuovo Don Bosco, Marco Gobetti sulle orme di José Domingo Molas nella Resistenza in Piemonte

Doppio spettacolo, venerdì: matinée dedicata ai ragazzi delle scuole e replica serale al centro “Ala”

Preceduto da un dibattito storiografico pubblico che si terrà alle 18 nella sala consiliare del comune, venerdì 28 gennaio debutterà lo spettacolo “José Domingo Molas: dalla Guerra del Chaco alla Resistenza in Piemonte”, monologo di e con Marco Gobetti.

Due le repliche: una alle 10,30 riservata alle scuole, si terrà al Colle Don Bosco; l’altra, con ingresso gratuito, alle 20,45 nel salone del centro “Ala”, in piazza Don Bosco.

«Un monologo serrato, su una drammaturgia che intreccia testimonianze orali a fonti scritte e spunti immaginifici – spiega l’autore – l’evocazione della figura di Don Molas intende anche essere strumento di confronto con il presente, capace di suscitare pensieri autonomi e responsabili su tematiche quali la pace, la guerra, la solidarietà, la resistenza».

José Domingo Molas, del quale ricorrono i 120 anni dalla nascita, era originario di San Estanislao in Paraguay. Studiò al collegio salesiano di Montevideo e poi all’Istituto teologico della Crocetta di Torino, dove venne ordinato sacerdote. Tornato in patria, fu cappellano militare durante la sanguinosa Guerra del Chaco, combattuta fra Paraguay e Bolivia dal 1932 al 1935. Dal 1938 fu rettore del Santuario dedicato a Maria Ausiliatrice, in frazione Becchi di Castelnuovo. Conoscitore di cinque lingue, diede prova di intelligenza, coraggio, generosità e umanità sfidando gli attacchi aerei al volante di un’auto divenuta presto inconfondibile e nascondendo soldati alleati. Portò a termine scambi di prigionieri fra le bande partigiane del Monferrato e le truppe nazi-fasciste. Abile diplomatico, si guadagnò la riconoscenza di interi paesi, che salvò dalle rappresaglie tedesche. Tornerà in Sud America nel 1951.

Al dibattito in Comune parteciperanno Mauro Forno, con un intervento su “La Chiesa e il clero astigiani alla prova della guerra civile”, Dario Rei su “Castelnuovo Albugnano Pino d’Asti, scene di guerra – Quadri del contesto locale in cui si mosse l’azione di Don Molas” e Egidio Deiana su “Don Molas, autentico Salesiano missionario di Don Bosco”.

Ingresso gratuito. Per prenotare è disponibile un form on line.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo

Per la tua pubblicità su
la nuova provincia

Agenzia Publiarco
chiama il n. 0141 593210
oppure invia una mail