Barbero Massimo
Cultura e Spettacoli
Da non perdere

“Corti, Colline, Comunità”: passeggiate teatrali e spettacoli sotto le stelle

Riprendono, lunedì 22 agosto a Ferrere, gli appuntamenti del Festival organizzato dall’Unione Dalla Piana alle Colline a cui partecipano i comuni di Cellarengo, Ferrere e Valfenera

Riprendono, lunedì 22 agosto a Ferrere, gli appuntamenti del Festival “Corti, Colline, Comunità e…”, organizzato dall’Unione Dalla Piana alle Colline a cui partecipano i comuni di Cellarengo, Ferrere e Valfenera. Dal Belvedere di San Secondo partirà alle 18 la passeggiata letteraria “Con il fidato Elia”. Insieme a Carla Forno, direttrice del Centro Studi Alfieriani, e all’attrice Patrizia Camatel si percorreranno i luoghi che diedero i natali al servitore di Vittorio Alfieri, Giovanni Antonio Francesco Elia, nato a Ferrere nel 1730 divenuto fidato compagno d’avventure del poeta astigiano.

La tappa successiva della rassegna sarà a Valfenera, martedì 23 agosto alle 21, con l’omaggio a Margherita Hack nel centenario della nascita a cui il Teatro degli Acerbi ha dedicato lo spettacolo “Siamo fatti di stelle”. Scritto da Roberta Arias e Patrizia Camatel, lo spettacolo vede in scena la stessa Camatel e Giulia Masoero. Un testo scritto e interpretato da donne per una donna, scienziata, ma anche personaggio dalla personalità straordinaria con i suoi molteplici interessi che andavano oltre i suoi studi di astrofisica e che sapeva trasmettere con le sue grandi doti comunicative.

Lunedì 29 agosto, sempre a Valfenera, “E venne la notte…Storie di masche, folletti e creature del mistero” con Gimmi Basilotta della Compagnia il Melarancio. Lo spettacolo riprende le storie e leggende che venivano raccontate da cantastorie che giravano per i paesi o si ascoltavano al calore della stalla, riscaldati dalle mucche nelle sere d’inverno, alla luce di un’unica lampada. Appuntamento alle 21 al parco La Rocca.

La chiusura del festival sarà il 31 agosto a Cellarengo con “Il testamento dell’ortolano”, da un racconto di Antonio Catalano. In scena Massimo Barbero (nella foto). Il monologo ha i toni di una fiaba antica, ma i contenuti sono modernissimi poiché si parla del legame di amore e cura del Pianeta Terra, tema di grande attualità. Il festival è realizzato con la direzione artistica di Massimo Barbero, con la collaborazione dell’Ecomuseo BMA, il contributo della Fondazione CrAsti e la sponsorizzazione del Lions Club di Villanova d’Asi.

L’ingresso a tutte le serate è gratuito. Info: tel. 339 2532921.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo