La Nuova Provincia > Cultura e spettacoli > Iviglia: “La mia storia per aiutare i giovani a seguire i propri sogni”
Cultura e spettacoliAsti -

Iviglia: “La mia storia per aiutare i giovani a seguire i propri sogni”

Uscirà il 15 settembre il primo libro del tenore astigiano, intitolato "Ad alta voce" ed edito da Letteratura alternativa

Il primo libro del tenore Enrico Iviglia

Uscirà in tutte le librerie domenica 15 settembre il primo libro del tenore astigiano Enrico Iviglia.
Intitolato “Ad alta voce” – Storia di un ragazzo diventato tenore”, è edito dalla casa editrice astigiana “Letteratura Alternativa”.
E’ un’autobiografia in cui il cantante lirico racconta i suoi primi quarant’anni. «Con questa pubblicazione – spiega Iviglia, attualmente impegnato nelle prove de “Il barbiere di Siviglia” a Giessen, in Germania – chiudo i festeggiamenti per il mio 40esimo compleanno, cominciati l’anno scorso omaggiando il mio paese natale, Castell’Alfero, di una rassegna incentrata su Rossini. E’ un’autobiografia, che ha richiesto tre anni di lavoro, sicuramente curiosa, in cui racconto la mia vita: dal percorso in conservatorio al debutto al Teatro alla Scala, dalle apparizioni in televisione alle tournée nel mondo, tra successi, “porte sbattute in faccia” e difficoltà per mantenere un livello professionale sempre alto e costante. Il tutto passando per gli incontri interessanti e arricchenti con persone di diverse culture ed etnie che ho avuto modo di conoscere. Un diario di esperienze, avventure, viaggi, per raccontare il percorso fatto finora nei teatri di tutto il mondo».
Dalle pagine del libro emerge quindi il percorso emotivo e di crescita di un bambino ribelle, poi ragazzo, a cui stava stretto il suo piccolo mondo, che ha sperimentato i sacrifici e gli imprevisti, le paure e le delusioni che la vita pone davanti a ciascuno. «Nel libro – indica – emerge l’affanno della vittoria, ma anche la fatica di ammettere di saper perdere riuscendo, nei momenti di sconfitta, a rialzarmi a testa (e voce) alta».
Il libro si rivolge in particolare ad alcune categorie di persone. «Innanzitutto – spiega – ai giovani che vorrebbero intraprendere un percorso artistico professionale, in quanto la chiave di lettura è l’ottimismo, il coraggio nel portare avanti il proprio sogno. Quindi ai ragazzi che hanno iniziato questo percorso, ma sono scoraggiati, e ai melomani che vogliono scoprire aneddoti e curiosità sul “dietro le quinte” della vita in teatro».

Le presentazioni

La prima presentazione del libro si terrà domenica 15 settembre alle 17.30 nella sede di Letteratura alternativa, in via Calosso 5. Seguirà un calendario che proseguirà fino a novembre in tutta Italia, con circa 50 appuntamenti.
Nell’Astigiano si replicherà in altre occasioni. Tra le prime, il doppio appuntamento di domenica 29 settembre (alle 10.45 presso il Museo diocesano di via Natta e alle 17 nel castello di Castell’Alfero) e l’incontro di domenica 6 ottobre alle 17 nel vivaio Pregno di corso Casale ad Asti.
«Tutte le presentazioni – aggiunge – saranno accomunate da una stessa formula, quella in cui “decanterò” il libro. Un verbo utilizzato anche come “gioco di parole”, nel senso che presenterò la pubblicazione, descrivendone ovviamente i suoi pregi, ma intervallerò il discorso cantando alcuni assaggi di brani di opere liriche».
«Tengo poi a sottolineare, a questo proposito – evidenzia – la ragione della scelta, molto originale, di presentare il libro in un vivaio. Il motivo è legato al fatto che il vivaio è un luogo in cui si vanno a fare acquisti volti ad omaggiare qualcuno o ad abbellire la casa. Cioè un luogo caratterizzato da bellezza e benessere, che ho ritenuto cornice ideale per la presentazione di un libro».
Si parlerà di “Ad alta voce” anche durante l’incontro di domenica 15 settembre alle 21 a Palazzo Ottolenghi. Un vero e proprio concerto, in questo caso, intitolato “De – canter”, organizzato nell’ambito della Douja d’Or, in cui Iviglia sarà accompagnato da Andrea Campora al pianoforte e Mauro Pavese alla tromba (ingresso su prenotazione all’indirizzo silvana.negro@at.camcom.it a partire dal 9 settembre).

La carriera

Iviglia incastrerà le presentazioni tra le esibizioni in programma. Attualmente, come accennato, è a Giessen, in Germania, per le prove de “Il barbiere di Siviglia” di Rossini, di cui si terrà la prima sabato 14 settembre, cui seguiranno numerose altre repliche fino al giugno 2020. Poi, dal 15 ottobre, sarà a Venezia con “La Traviata” di Verdi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente