La Nuova Provincia > Cultura e spettacoli > Kossi Komla-Ebri e Fatima Issah protagonisti di “Ponti letterari 2.0”
Cultura e spettacoli Asti -

Kossi Komla-Ebri e Fatima Issah protagonisti di “Ponti letterari 2.0”

Oggi pomeriggio l'ultimo appuntamento in diretta streaming con la rassegna dedicata alle storie di scrittori e migranti

E’ in programma oggi (venerdì) il secondo e ultimo appuntamento di “Ponti letterari 2.0”, rassegna dedicata alle storie di scrittori e migranti.
Anche questo evento sarà trasmesso in diretta streaming e si terrà alle 18.30. L’introduzione sarà affidata all’attrice Patrizia Camatel che ricorderà il contesto in cui la rassegna è nata un anno fa: far conoscere l’esperienza di accoglienza e integrazione di cinque Comuni (Castellero, Chiusano, Cortandone, Monale, Settime) che, con l’associazione Piam di Asti, stanno attuando il Progetto Agape. Negli ultimi quattro anni, attraverso il Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati (SIPROIMI/SPRAR), sono stati accolti 150 migranti.

I due ospiti

Alla curatrice della rassegna, Marisa Varvello, il compito di dialogare con Kossi Komla-Ebri, 64 anni, togolese naturalizzato italiano. Svolge la professione di medico a Como e si definisce uno scrittore-migrante. Scrive in italiano e ha contribuito a far nascere la rivista online di letteratura della migrazione “El-Ghibli”. E’ fondatore e presidente onorario della Rete della diaspora africana nera in Italia. A “Ponti letterari 2.0” presenterà il libro “Imbarazzismi-Quotidiani imbarazzi in bianco e nero” e parlerà della sua ultima opera, il libro per bambini “Gente, udite la mia favola!”.
Altra protagonista dell’evento sarà Fatima Issah, 38 anni. Dialogando con la giornalista Laura Nosenzo, racconterà per la prima volta a viso aperto la sua storia. Tredici anni fa ha lasciato il Ghana, dove era poliziotta carceraria, per inseguire il sogno di un lavoro migliore in Italia. Caduta nella rete della tratta, è stata messa sulla strada della prostituzione, che non ha mai esercitato perché, il primo giorno, è riuscita a scappare chiedendo aiuto al Piam, dove da tempo è mediatrice culturale e aiuta donne meno fortunate a “uscire dal giro”.
Per iscriversi all’evento on line: https://form.jotform.com/203136053470041 oppure inviare una mail a pontiletterari@gmail.com indicando nome, cognome e città di residenza.

Elisa Ferrando