La lotta di Liberazione nei documenti di Salò
Cultura e Spettacoli

La lotta di Liberazione nei documenti di Salò

Non una storia della Resistenza, ma un'altra storia. Il volume di Nicoletta Fasano e Mario Renosio che verrà presentato oggi a Passepartout en hiver (ore 17, Auditorium di via Goltieri 3,

Non una storia della Resistenza, ma un'altra storia. Il volume di Nicoletta Fasano e Mario Renosio che verrà presentato oggi a Passepartout en hiver (ore 17, Auditorium di via Goltieri 3, ingresso libero) ripercorre gli ultimi due anni e mezzo della Seconda Guerra Mondiale, letti attraverso materiale inedito. Documenti tedeschi e fascisti, provenienti da vari archivi italiani e della Germania, hanno portato la ricercatrice e il direttore dell'Israt a scrivere un testo considerato un unicum nella letteratura storica del periodo. «Abbiamo ripercorso molti dei passaggi fondamentali della lotta di Liberazione nell'Astigiano – spiegano gli autori – ricostruiti dal punto di vista del fascismo repubblicano, sulla base della documentazione prodotta dai protagonisti e dalle istituzioni di Salò e dal loro alleato tedesco. Un'ottica inedita e inusuale, che offre una diversa lettura della lotta partigiana in cui prevale l'aspetto militare e di lotta per il controllo del territorio.»

Ma è anche la storia, aggiungono Fasano e Renosio, del tentativo di rivitalizzare le istanze di rinnovamento sociale del primo fascismo e del suo fallimento, del complesso e contraddittorio rapporto con la Germania nazista. «Un difficile dopoguerra, segnato anche da residue violenze e da un processo di epurazione avviato ma presto accantonato.» Come per tutti gli appuntamenti della rassegna, sarà presente un artista che esporrà una propria opera durante l'evento. Domenica toccherà a Filippo Pinsoglio: ha frequentato sin dalla giovane età le gallerie e le botteghe d'arte di maestri dedicandosi alla pittura ed alle arti figurative, ha conseguito presso la scuola tecnica San Carlo il diploma di Doratura e Laccatura. Ha esposto in mostre personali e collettive in diverse città, fra cui Torino, Alessandria, Asti, Mantova, ottenendo riconoscimenti significativi.

e.p.r.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo