La Nuova Provincia > Economia e scuola > Cinquanta alberi messi a dimora dagli alunni della Baussano
Economia e scuola Asti -

Cinquanta alberi messi a dimora dagli alunni della Baussano

Nell'ambito della rassegna itinerante in omaggio a Giovanni "Gim" Giolito

L’iniziativa con gli alunni della Baussano

Lezione “sul campo” in ricordo di Giovanni “Gim” Giolito per i 19 alunni della classe III B della scuola primaria Baussano. Nell’ambito della rassegna “Omaggio all’uomo che piantava gli alberi”, hanno infatti messo a dimora 50 alberi (ontani e farnie) nella riserva naturale di Valle Botto.
Ad aiutare i bambini – accompagnati dalle insegnanti Roberta Rolla, Tiziana Rainero e Stefania Schiavetto – il personale del Parco Paleontologico Astigiano: il guardiaparco Roberto Lazzarino, la responsabile delle attività didattiche Alessandra Fassio e la guida escursionistica ambientale Federico Imbriano.

La rassegna

Con questa iniziativa è quindi giunta al sesto appuntamento la rassegna itinerante voluta da Parco Paleontologico Astigiano, Distretto Paleontologico dell’Astigiano e del Monferrato, Comuni di Baldichieri, Camerano Casasco, Chiusano, Nizza Monferrato e Villafranca, Associazione Quattro Passi a Nord Ovest. L’obiettivo è, appunto, ricordare Giolito a dieci anni dalla morte.
Originario di Nizza Monferrato, nel corso della sua vita ha messo a dimora oltre ventimila germogli, soprattutto di quercia, rendendo più vivo e ricco l’ambiente naturale a cavallo tra il Sud Astigiano e la Liguria.
Spirito libero e solitario, era un esperto conoscitore di piante ed erbe aromatiche; ha girato il mondo, imparando i segreti della medicina naturale vivendo con gli Inuit, indiani d’America, per poi tornare nell’Astigiano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente