Aperta la sede provincialedell’associazione Confabitare
Economia

Aperta la sede provinciale
dell’associazione Confabitare

A fianco dei proprietari immobiliari per offrire servizi a 360°, garantiti da un gruppo di professionisti specializzati in diversi campi. E' la finalità principale di "Confabitare",

A fianco dei proprietari immobiliari per offrire servizi a 360°, garantiti da un gruppo di professionisti specializzati in diversi campi. E' la finalità principale di "Confabitare", associazione nazionale per la tutela dei diritti dei proprietari immobiliari, di cui sabato si è inaugurata la sede provinciale in via Balbo. Nata a Bologna nel 2009, l'associazione conta ad oggi 40mila associati e 60 sedi in tutta Italia, una struttura che si appoggia a livello locale non su un singolo studio professionale, ma su vere e proprie sedi che fanno capo a un team di esperti.

Gli obiettivi principali
«Il nostro obiettivo – commenta l'ing. William Carucci, presidente provinciale dell'associazione – è offrire una serie di importanti servizi ai propri associati, garantendo assistenza in materia legale, tecnica, tributaria, amministrativa, contrattuale, sindacale. Più in generale, in ogni ambito che riguarda il diritto di proprietà immobiliare. Tutte questioni che aiutiamo ad affrontare potendo contare sulla casistica dell'associazione a livello nazionale, che garantisce un significativo aiuto».

Ma non solo. L'associazione si propone anche di fornire consulenza a chi si accinge a diventare proprietario immobiliare, in modo da rendere meno complicato questo passaggio, e di rapportarsi agli Enti locali. «Quest'ultima attività – continua Carucci – si declinerà in due modi: da una parte funzioneremo da punto di riferimento per i cittadini nei confronti delle Amministrazioni in caso di problemi o disservizi, come il degrado di un quartiere o l'assenza di servizi pubblici in una determinata zona. Dall'altra cercheremo di stimolare gli Enti locali con proposte e idee per rendere bella la città attraverso la riqualificazione dell'esistente, che deve essere incentivata sia a livello locale, anche se le possibilità di manovra sono limitate, sia, soprattutto a livello nazionale. Incentivare la riqualificazione porterebbe, infatti, indubbi benefici al mercato immobiliare, che è il vero motore dello sviluppo di un territorio, e del turismo. Tanto più che questo mercato ad Asti è in lentissima ripresa, con una velocità ridotta di un terzo rispetto al Piemonte e all'Italia».

Le altre finalità
Confabitare, infine, si propone di avviare collaborazioni con le associazioni di categoria sul territorio e di promuovere incontri e convegni durante l'anno con interventi di esperti. Chi fosse interessato a contattare la sede provinciale di Confabitare, in via Balbo 16, può farlo telefonando al numero 0141/1783116 o scrivendo all'indirizzo segreteria.asti@confabitare.it. La tessera associativa costa 45 euro annui.

Elisa Ferrando

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale