"Cambiare il decreto delle Rc auto"
Economia

"Cambiare il decreto delle Rc auto"

Centinaia di carrozzieri provenienti da tutta Italia e oltre 40 parlamentari hanno partecipato, mercoledì, alla manifestazione contro alcune norme della riforma Rc Auto previste dal decreto legge

Centinaia di carrozzieri provenienti da tutta Italia e oltre 40 parlamentari hanno partecipato, mercoledì, alla manifestazione contro alcune norme della riforma Rc Auto previste dal decreto legge “Destinazione Italia”, entrato in vigore lo scorso 24 dicembre. L’iniziativa è stata organizzata dalle associazioni dei carrozzieri di Confartigianato, Cna e Casartigiani, che hanno chiesto l’apertura di un tavolo ministeriale su tutte le questioni aperte relative alla Rc Auto.
In particolare sulla reintroduzione del “risarcimento in forma specifica”, su cui non sono d’accordo. «Le nuove norme – spiegano – rendono nei fatti obbligatorio far riparare il veicolo incidentato esclusivamente dalle officine di carrozzeria convenzionate con le assicurazioni e pagate direttamente da queste ultime (prevedendo penalizzazioni economiche per chi scegliesse altri percorsi, ndr). In questo modo si rischia di far chiudere migliaia di carrozzerie indipendenti».

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale