Cerca
Close this search box.
<img src="https://lanuovaprovincia.it/wp-content/uploads/elementor/thumbs/expo-il-collegamento-con-milanobrsara-finanziato-dalle-fondazioni-bancarie-56e68edb170bf1-nkij7ctwglsjt1q1uh1g0a16pgdurrxn4dpgmmcpl4.jpg" title="Expo, il collegamento con Milano
sarà finanziato dalle fondazioni bancarie?" alt="Expo, il collegamento con Milanosarà finanziato dalle fondazioni bancarie?" loading="lazy" />
Economia

Expo, il collegamento con Milano
sarà finanziato dalle fondazioni bancarie?

Già diversi mesi fa, parlando di Expo e dell’occasione di attrarre parte dei suoi visitatori verso le città e i paesaggi di casa nostra, l’Associazione delle Fondazioni delle Casse di Risparmio

Già diversi mesi fa, parlando di Expo e dell’occasione di attrarre parte dei suoi visitatori verso le città e i paesaggi di casa nostra, l’Associazione delle Fondazioni delle Casse di Risparmio Piemontesi aveva avanzato l’ipotesi di sostenere, attraverso un finanziamento, l’incremento del trasporto ferroviario tra Milano e il Piemonte. Fatta salva la linea a percorrenza veloce Milano-Torino, che andrà certamente sfruttata nel migliore dei modi, ora si parla di una nuova strategia volta alla promozione del territorio.

«In un primo momento era stata avanzata l’idea di sfruttare la Milano-Torino a percorrenza veloce e poi collegare Torino, capolinea Expo, al resto del territorio con una rete di trasporto pubblico, non necessariamente su rotaia. Mai si è ipotizzato di avere una linea di collegamento ferroviario diretto tra Milano e il basso Piemonte – spiega Michele Maggiora, presidente Fondazione CrAsti – Adesso, invece, da Torino è emersa una nuova linea di indirizzo che si concentra sulla promozione del territorio e dei suoi prodotti attraverso un calendario di iniziative che facciano “base” nel capoluogo e, in parallelo, si sviluppino a livello locale in collaborazione con gli enti attivi sul territorio.

Non si sa ancora in quali termini ciò verrà realizzato e in quali strutture, ma intenzione dell’Associazione delle Fondazioni è di portare avanti questo progetto. Di certo – conclude Maggiora – è arrivato il momento di prendere decisioni concrete: se aspettiamo ancora un po’ l’Expo passa».

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Le principali notizie di Asti e provincia direttamente su WhatsApp. Iscriviti al canale gratuito de La Nuova Provincia cliccando sul seguente link

Scopri inoltre:

Edizione digitale