«Meno burocrazia per dare ossigeno alle imprese»
Economia

«Meno burocrazia per dare ossigeno alle imprese»

L'invito alle istituzioni è venuto dal presidente della Camera di Commercio Mario Sacco, durante la cerimonia di assegnazione dei premi “fedeltà al lavoro”. Domenica sono state premiate anche le dodici imprese astigiane diventate ufficialmente "storiche" (Foto Constantin Pletosu)

«Un riconoscimento e un grazie a chi da decenni, e ancor più in un momento difficile come quello attuale, contribuisce allo sviluppo economico dell’intero territorio provinciale, attraverso l’unificazione tra impegno e ingegno con la tenacia e la determinazione necessarie per affrontare le avversità di un mercato sempre più allargato e competitivo». Così Mario Sacco, presidente della Camera di Commercio di Asti, ha accolto, domenica al Teatro Alfieri, i lavoratori e le lavoratrici cui è stato consegnato il premio biennale “Fedeltà al lavoro e al progresso economico”.

«Si tratta – ha aggiunto Sacco parlando del sistema economico e imprenditoriale della nostra provincia – di un sistema fatto di piccole e grandi attività operanti nei diversi settori di produzione: dall’agricoltura all’industria, dal commercio all’artigianato. Realtà che esportano anche in tutto il mondo, che offrono giornalmente sui mercati prodotti e servizi di qualità e che negli anni hanno contribuito a fare la storia della nostra economia, del nostro territorio, facendo crescere un brand importante che è quello di “Asti”, conosciuto in tutto il mondo».

Auspicando una ripresa della situazione dell’economia astigiana, Mario Sacco ha indicato alcuni elementi da considerare. A cominciare dalla necessità di reinventarsi, «perché – ha commentato – se facciamo sempre le stesse cose non possiamo avere miglioramenti». E poi un appello alle istituzioni presenti sul palco affinché «favoriscano l’insediamento di nuovi investimenti sul territorio evitando così forme di delocalizzazione, riducano la burocrazia e i tempi di pagamento, facilitino l’accesso al credito, diano ossigeno alle imprese». La giornata di domenica è stata anche l’occasione per premiare le 12 imprese astigiane entrate a far parte del Registro nazionale delle Imprese Storiche, un riconoscimento istituito da Unioncamere in occasione dei 150 anni dell’Unità d’Italia.

Cristina Capra

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale