Douja d'Or 2021 piazza San Secondo per sito
Economia
Manifestazione

Settembre astigiano, domani l’inaugurazione della Douja d’Or

Al via la “festa del vino” che si svolgerà fino al 18 settembre. Protagonisti degustazioni ed eventi in piazze, cortili e palazzi del centro storico

Sarà inaugurata domani (venerdì) la 56esima edizione della Douja d’Or, in programma fino al 18 settembre nel centro storico.
Il taglio del nastro, che si svolgerà dalle 16.30 a Palazzo Borello, sede astigiana della Camera di Commercio Alessandria-Asti, si proporrà come un momento di festa, dato che sarà seguito dalla musica dei Bandakadabra, gruppo di fiati e percussioni che dalle 19 partirà da piazza Medici per percorrere le vie che uniscono palazzi, piazze e cortili in cui si svolgeranno degustazioni ed eventi (dalla musica al circo).

Palazzo Borello e piazza San Secondo

Oltre a Palazzo Borello, dove avranno sede anche alcuni appuntamenti speciali e le masterclass organizzate da Piemonte Land of Wine con il supporto di AIS Piemonte, ci sarà innanzitutto piazza San Secondo. Qui si troverà, precisamente in Municipio, l’enoteca della Douja con oltre 500 etichette provenienti dal tutto il Piemonte. Al centro della piazza lo stand gestito da Piemonte Land of Wine, il consorzio che rappresenta tutti i 14 consorzi del vino piemontesi ufficialmente riconosciuti dal Ministero dell’Agricoltura, dove i vini della regione saranno in degustazione in abbinamento a pasticceria secca, formaggi e salumi Dop e Igp piemontesi. E, dove, ci sarà anche spazio per intrattenimenti serali con dj set e musica live.

Palazzo Alfieri

A Palazzo Alfieri si troverà invece la sede del Consorzio Barbera d’Asti e Vini del Monferrato. Saranno proposte in degustazione oltre 150 etichette delle 13 denominazioni di origine tutelate dal consorzio. Inoltre saranno ospiti, in un angolo dedicato alcuni giorni della manifestazione, i Consorzi del Gavi e dei Colli tortonesi. Le degustazioni si terranno sia nei giardini, accompagnate da alcuni stuzzichini, sia all’interno, servite con piatti di assaggio della tradizione piemontese grazie alla collaborazione della scuola alberghiera Colline Astigiane.

Palazzo Ottolenghi

Palazzo Ottolenghi, invece, sarà la sede in cui degustare Vermouth e grappe.
Nel cortile del palazzo l’Unione industriale tornerà infatti con la rassegna dedicata ai Vermouth e ai vini aromatizzati, grazie al supporto del Consorzio del Vermouth di Torino ed alle aziende produttrici aderenti al sistema Confindustriale astigiano. In degustazione oltre 50 etichette di Vermouth di Torino rosso, ambrato, bianco e dry, accompagnate da un piatto di carne cruda e salumi tipici grazie alla collaborazione di Confcommercio.
Sotto la direzione del noto bartender Nicola Mancinone, saranno preparati Vermouth in miscelazione ed in purezza.
A livello di intrattenimento, per tre sere si esibirà l’orchestra jazz “Claude” che vedrà la partecipazione, tra gli altri, del noto trombettista Felice Reggio.
Nella sala degli specchi di Palazzo Ottolenghi, invece, spazio alle degustazioni guidate a cura del Consorzio Tutela Grappa del Piemonte e Grappa di Barolo e dell’associazione Anag.

Palazzo Gastaldi

Poco distante, Palazzo Gastaldi in piazza Roma ospiterà degustazioni ed eventi promossi dal Consorzio per la tutela dell’Asti spumante e del Moscato d’Asti Docg nell’anno in cui celebra il 90esimo anniversario. Torneranno anche le Ape Car, che in questa edizione si faranno carico del messaggio “Asti Vibe”.
Oltre alle degustazioni in abbinamento ai piatti del territorio e alla pasticceria gourmet dell’AMPI (Associazione Maestri Pasticceri Italiani), tutte le sere lo stand ospiterà spettacoli e concerti ad ingresso libero: poesia, circo, magia e mentalismo con le performance di artisti, acrobati e illusionisti.
Da segnalare, inoltre, che nel vicino Palazzo Mazzetti sarà visitabile la mostra dal titolo “Novant’anni di bollicine. Asti Spumante – Moscato d’Asti”, un viaggio storico artistico che celebra il 90esimo anniversario del Consorzio, visitabile fino al 16 ottobre ad ingresso gratuito negli orari di apertura di Palazzo Mazzetti.

Cascina del Racconto

Infine la Cascina del Racconto sarà il quartier generale dell’Associazione Produttori del Vino Biologico del Piemonte. Osputerà degustazioni guidate dai produttori piemontesi in abbinamento a specialità gastronomiche firmate da chef stellati, osterie storiche ed esperti delle arti bianche. Ogni sabato sera, inoltre, verrà conferito il premio “Barbateller – Storie di vite ai divulgatori del vino”.

Le iniziative collaterali

Collegata alla manifestazione la mostra “Il vetro è vita”, aperta fino al 16 ottobre a Palazzo Mazzetti, incentrata sulla collezione di Pino e Donatella Clinanti. L’esposizione, promossa dalla Fondazione Asti Musei, offre una panoramica su questa forma artistica e permette di riflettere sull’economia circolare e la sostenibilità, grazie anche alla sezione dedicata all’azienda O-I Italy. In occasione della Douja d’Or, inoltre, la mostra ospiterà degustazioni di vino guidate da esperti sommelier.
A corollario, infine, iniziative quali “Douja in onda”, diretta radiofonica con il programma “ApparecchiaTO” di TOradio.
Quindi il deejay set itinerante “Winile”, che unità il fascino vintage del vinile, la presenza di dj sempre diversi e le degustazioni. E ancora il Wine Truck, il furgone che sarà presente il 10 settembre in piazza Roma per ospitare appuntamenti dedicati ad adulti e bambini. Infine il contest “Sommelier vs sommelier”, per scoprire curiosità su prodotti e abbinamenti inediti, che sarà ospitato a Palazzo Gastaldi, Palazzo Ottolenghi e alla Cascina del Racconto.

Organizzazione e orari

La Douja d’Or si svolgerà tutti i giorni con i seguenti orari: da lunedì al giovedì dalle 18 alle 24; venerdì dalle 18 all’1; sabato dalle 11 al’1; domenica dalle 11 alle 24.
La manifestazione è organizzata dalla Camera di Commercio di Alessandria-Asti, attraverso l’Azienda speciale, con Fondazione Asti Musei, consorzi e associazioni partecipanti, in collaborazione con l’Ente Turismo Langhe Monferrato Roero e Ascom Confcommercio.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo