La Nuova Provincia > Motori > Qual è il miglior casco per te? Cosa scegliere e perché
Motori Asti -

Qual è il miglior casco per te? Cosa scegliere e perché

Prima del marchio c’è l’individuazione del tipo di casco e poi l’analisi degli aspetti tecnici, dalla taglia ai materiali

casco

Niente è più importante della sicurezza quando si è sulle due ruote, ecco quindi perché valutare con attenzione l’acquisto del casco. Anche se molti ne fanno una questione di stile, sono esigenze d’utilizzo, qualità tecniche e funzionalità a decidere il prodotto giusto da comperare. Brand prestigiosi come casco Shark, AGV o Suomy offrono senza dubbio soluzioni eccellenti, meglio però andare per gradi. Prima del marchio c’è l’individuazione del tipo di casco e poi l’analisi degli aspetti tecnici, dalla taglia ai materiali.
Cominciamo subito.

Sono tre i modelli di riferimento per il mercato dei caschi. C’è il tradizionale casco integrale, quello modulare e il casco jet. Il primo, ovvero il prodotto integrale, è indicato per chi ha bisogno della massima protezione, inclusa quella verso agenti atmosferici e insetti.

I caschi integrali oltre ad offrire la massima protezione nei circuiti urbani, si candidano bene per accompagnare il motociclista nel corso di itinerari extraurbani e in pista, soprattutto quando si vuole portare al limite la moto. La scelta di un casco jet è indicata per chi è alla ricerca di praticità in città. Questi ultimi sono caschi indicati nella cornice urbana e dimostrano tutto il loro potenziale nei mesi più caldi, merito dell’apertura sul volto. Vengono adottati sia da motociclisti che amanti dello scooter. Sono consigliati per quanti concentrano i propri spostamenti in ambiti in cui le velocità sono piuttosto contenute, ma se dotati di alcuni dettagli tecnici come il pratico occhialino parasole, possono essere tranquillamente utilizzati anche per brevi viaggi, e uscite fuori porta.

La terza opzione è il casco modulare. Com’è intuibile, va a collocarsi a metà tra l’integrale e il jet. Del primo acquisisce le doti protettive e del secondo la versatilità. In un gesto, infatti, il casco modulare può essere aperto sul volto: vengono spostate mentoniera e visiera, a tutto vantaggio dell’accesso all’aria.

È il compromesso che ha incontrato l’apprezzamento di chi ha bisogno di un casco tuttofare, che può essere impiegato tanto in città quanto in vacanze da centinaia di chilometri.

Caschi Shark e gli altri migliori marchi: la scelta di materiali e taglia

Stabilito il modello, andrebbe considerata con cura la taglia. Il casco deve ben aderire alla testa e al volto, senza eccessi. Non andrebbero poi trascurati i materiali, che incidono in misura significativa sulla qualità costruttiva del prodotto.

I top brand, come casco Shark, AGV o Suomy, fanno ricorso ai materiali migliori. Sul mercato comunque le alternative non mancano, dal carbonio al policarbonato. Oltre al rapporto qualità-prezzo, è pertinente l’influenza dei materiali sulla capacità protettiva del casco e sul comfort. Leggerezza e ottimo profilo sul piano della sicurezza è il binomio ideale.

Per l’acquisto è essenziale rivolgersi a un venditore affidabile e conveniente. Il Web, da questo punto di vista, offre le opportunità più interessanti, purché venga selezionato con accuratezza l’operatore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente