Double exposure of abstract financial graph over modern desktop with pc, business financial and trading concept
I consigli di
Finanze

Investimenti online: quali opportunità oggi con il trading algoritmico?

Ecco tutto quello che c’è da sapere in fatto di investimenti per chi usa questo sistema

Il trading algoritmico è una tipologia di speculazione finanziaria che oggi interessa un numero sempre crescente di persone. Nello specifico questa modalità di investimento è basata sull’utilizzo di un software che in automatico genera gli ordini di acquisto e di vendita dei vari asset, basandosi sulle elaborazioni previsionali ottenute con l’ausilio di algoritmi matematici. Questa realtà porta inevitabilmente i tanti potenziali interessati a chiedersi se si tratta di un sistema realmente in grado di produrre degli utili oppure no.

Inoltre il trading algoritmico è stato ideato in passato dai grandi broker di investimento e di conseguenza molti si chiedono se si tratta di un sistema replicabile anche dai piccoli trader che realizzano operazioni con importi contenuti. Ovviamente non esiste una risposta unica e assoluta ma è necessario analizzare diverse sfaccettature di questo strumento, valutando sia i pro che i contro e prendendo in considerazione anche le alternative che presentano delle similitudini di funzionamento. Nel far questo è ovviamente importante sapere che non esistono metodi per guadagnare in modo semplice e immediato senza correre nessun rischio.

Trading automatico: quello che c’è da sapere

Il trading algoritmico può effettivamente portare dei risultati che però dipendono dal software che viene utilizzato e dal suo livello di affidabilità. Questo parametro può essere testato prendendo in considerazione la percentuale di successo delle operazioni effettuate, in quanto nessun sistema di trading automatico può essere infallibile al 100%. Inoltre è indispensabile utilizzare soltanto dei sistemi certificati, in modo da evitare ogni possibile rischio di truffa.

Come è facile intuire quindi, anche le operazioni gestite dai software possono produrre delle perdite e non sono infallibili, nonostante in alcuni casi possano portare ad un esito positivo. Uno dei sistemi maggiormente impiegati in tal senso è il Metatrader (esempio di trading automatico molto conosciuto). Tutti i sistemi di trading automatico hanno però la necessità di essere utilizzati attraverso l’uso di un linguaggio di programmazione e quindi non sono sempre facili da usare (anzi è necessario disporre di buone basi informatiche).

Le caratteristiche del trading automatico quindi possono essere riassunte nei seguenti punti principali:

  • Punti di ingresso e uscita stimati.
  • Risparmio di tempo.
  • Possibile implementazione futura.
  • Funzionamento basato su analisi tecnica.
  • Risultato incerto.
  • Affidabilità da verificare.

La programmazione degli algoritmi che sono alla base del trading automatico dipende sempre dalla conoscenza dei mercati dello sviluppatore e quindi può avere un andamento fortemente incerto. Il funzionamento è sempre basato sull’analisi tecnica che però non può tenere conto di vari fattori, come ad esempio quelli relativi alle dinamiche macroeconomiche che influenzano l’andamento di vari asset. In conclusione è quindi innegabile che il trading automatico offra, almeno sulla carta, un interessante risparmio di tempo ma anche dei limiti che dovrebbero essere sempre analizzati.

La migliore alternativa del momento

Molto spesso le persone sono attratte dal trading automatico perché sperano di realizzare degli utili anche senza conoscere le logiche che orientano i mercati finanziari. A tal riguardo è importante ricordare che la conoscenza dei mercati è utilissima per ogni investimento. Tuttavia è fondamentale precisare che esiste oggi un’ottima alternativa per chi desidera investire da subito con il trading online, senza dover attendere di sviluppare le conoscenze e le competenze altrimenti necessarie.

Questa nello specifico consiste nella possibilità di iscriversi ad un broker di riferimento e utilizzare lo strumento denominato copy trading. Si tratta della possibilità di replicare le operazioni realizzate da investitori che si sono contraddistinti per i risultati ottenuti, variando però il capitale investito e conoscendo in anticipo il grado di rischio dell’operazione. I potenziali trader “copiabili” possono inoltre essere valutati con molta attenzione, in base ai risultati ottenuti nel corso del tempo e alla loro propensione al rischio.

Inoltre per iniziare ad utilizzare queste funzionalità, ad esempio su eToro (leader del settore), sono sufficienti pochi click. All’apertura di questo investimento il budget stanziato (di solito è richiesto un minimo che varia a seconda del trader copiato) viene suddiviso tra i vari asset con la stessa percentuale stabilita dal trader e quindi viene replicata la strategia di diversificazione (che permette di contenere i rischi).

Ovviamente però è importante ricordare che anche questa tipologia di investimento dovrebbe essere utilizzata solo su portali certificati e in possesso di tutti i requisiti di sicurezza e che di per sé non rappresenta una garanzia di successo ma prevede sempre un certo margine di rischio.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Scopri inoltre:

Edizione digitale