carrelli-elevatori
I consigli di
Approfondimento

Movimentazione merci con carrelli elevatori

Caratteristiche e utilizzi di uno dei mezzi più diffusi nel mondo del lavoro

Nonostante il continuo sviluppo di mezzi tecnici per automatizzare molti processi, la maggior parte dei magazzini richiede i macchinari controllati dall’operatore, compresi i carrelli elevatori. Queste macchine veloci e maneggevoli, presentate al link https://machineryline.it/-/carrelli-elevatori–c398, consentono di movimentare sul territorio le merci imballate sotto forma di pallet.

Scopo del carrello elevatore

Spesso i carrelli elevatori vengono utilizzati per eseguire i seguenti lavori:

  • impilatura delle merci posizionandole una sopra l’altra;
  • scarico delle auto;
  • caricamento di pallet preparati in furgoni;
  • trasporto delle merci all’interno del magazzino;
  • effettuare lo smistamento e il controllo della quantità restante di merce.

Per tutti i carrelli elevatori esistono alcuni parametri, a seconda dei quali sono suddivisi in classi e tipi:

  1. Capacità di carico. I macchinari più compatti sono progettati per lavorare con carichi da 1 a 3 tonnellate. Tuttavia, ci sono i modelli di carrelli elevatori in grado di trasportare fino a 25 tonnellate alla volta, che consente di trasportare contemporaneamente una grande quantità di prodotti o attrezzature specifiche sul territorio del magazzino fino a quando non viene caricato in un veicolo.
  2. La potenza del sistema di propulsione. Maggiore è il peso dei carichi previsti, più potente dovrebbe essere il motore. In «pesi massimi» sono utilizzati i motori con una capacità di 150 cavalli, che è sufficiente non solo per il trasportare le merci, ma anche per il loro sollevamento ad un’altezza superiore.
  3. Altezza massima di sollevamento o di prelievo dei carichi. Ci sono i carrelli elevatori in grado di sollevare prodotti ad un’altezza di 13 metri. Tuttavia, appartengono ad attrezzature specializzate. I modelli ordinari hanno una soglia di 6 metri.
  4. Il tipo di centrale elettrica indica dove può essere utilizzato un carrello elevatore. I modelli a benzina e diesel sono progettati per uso esterno o in hangar ventilati. Per operare in spazi chiusi, vengono prodotti i carrelli elevatori ad accumulatore con energia elettrica, che hanno un sistema di propulsione elettrico e non creano emissioni pericolose durante il funzionamento.

Ulteriori caratteristiche dei carrelli elevatori

Alcuni modelli sono progettati in modo tale che, se si desidera, il proprietario può rifarli installando le attrezzature. Pertanto, in determinate condizioni, l’elenco delle funzioni del carrello elevatore può essere ampliato. Allo stesso tempo, è limitato dalla quasi totale mancanza di pervietà a causa della bassa clearance e alla bassa velocità propria.

I carrelli elevatori a benzina possono essere convertiti in un altro tipo di carburante, il gas naturale, per risparmiare il denaro. Questo viene fatto utilizzando impianti di gas industriali, il cui utilizzo, è sicuro secondo le istruzioni. L’effetto economico si ottiene solo quando il meccanismo di caricamento è attivo in modo regolare, quindi non è consigliabile eseguire tale riequipaggiamento per coloro che non hanno un funzionamento molto frequente del macchinario.

Quando si sceglie un carrello elevatore, è necessario tenere conto non solo dei compiti esistenti, ma anche di quelli che potrebbero apparire nel prossimo futuro. Gli esperti consigliano di acquistare i macchinari speciali con un margine di capacità di carico e altezza di sollevamento per evitare l’usura prematura dovuta al lavoro al limite delle loro capacità.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo