La Nuova Provincia > Sport > Gagliasso e Beltramo dominano il Rally Grappolo
SportAsti -

Gagliasso e Beltramo dominano il Rally Grappolo

In seconda posizione Jacopo Araldo e Daniele Araspi

Gagliasso e Beltramo dominano il Rally Grappolo

Una prestazione che non lascia spazio ad ulteriori repliche. Sulle strade astigiane del Rally del Grappolo, secondo appuntamento della Coppa Italia Rally Aci Sport 1° zona Patrick Gagliasso e Dario Beltramo, equipaggio in gara sulla skoda Fabia R5 curata dalla Roger Tuning con i colori della Turismotors, ha dominato. Il pilota di Poirino, già vincitore in questa stagione del Rally del Tartufo e del Rally Team 971, ha fatto segnare il miglior tempo su sette delle otto prove speciali in programma (l’ultima andata ad Araldo) chiudendo con un vantaggio finale di 18”7 nei confronti dell’astigiano Jacopo Araldo al via con Daniele Araspi sulla Skoda Fabia (Meteco Corse) preparata da Babosca. In terza posizione hanno concluso il cuneese Massimo Marasso in coppia con Marco Canuto. In quarta posizione Fredrik Fassio e Andrea Rossello con Ford Fiesta R5 di D’Ambra. Quinti Emanuele Franco e Luca Pieri, vincitori di due edizioni del Grappolo a bordo della Mitsubishi Lancer con la quale oltre a vincere la classe N4 hanno preceduto I biellesi Massimo Lombardi e Fabrizia Bianchetti vincitori dell’appuntamento valido per il Michelin Cup. Settimi assoluti i pavesi Massimo Brega e Paolo Zanini, davvero ottima l’ottava posizione per Stefano Peletto e Gloria Andreis in gara sulla Peugeot 208 abitualmente usata dall’undici volte campione italiano Paolo Andreucci che loi ha seguiti per tutte le fasi di gara. Gianluca Quaderno e Lara Zanolo vincono la sfida in R3 chiudendo in nona posizione assoluta a bordo della Renault Clio approfittando dello sfortunato ritiro di Riccardo Tondina e Andrea Dresti. In decima posizione assoluta finale chiudono Matteo Giordano e Manuela Siragusa i quali si aggiudicano inoltre la classeR2B.

Un Commento

  • Luca Parisella ha detto:

    Ma che si vergognino sindaci e prefetto per aver dato il permesso di trasformare le nostre strade in una pista per un intero weekend.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente