giornate delle figurine convegno (4)
Sport
Galleria 
Evento

Giornate delle Figurine in compagnia di Pruzzo e Amelia

L’evento è stato organizzato col supporto del Centro Sportivo Italiano di Asti, rappresentato nell’occasione da Daniela Calloni, vicepresidente. A fare gli onori di casa, anche questa volta, l’organizzatore Andrea Morando

La manifestazione si era svolta verso la fine di febbraio 2020, poi scoppiò la pandemia. Ci riferiamo alle Giornate delle Figurine, la cui dodicesima edizione ha avuto luogo sabato 29 e domenica 30 maggio nel cortile del palazzo del “Michelerio”. L’evento è stato organizzato col supporto del Centro Sportivo Italiano di Asti, rappresentato nell’occasione da Daniela Calloni, vicepresidente. A fare gli onori di casa, anche questa volta, l’organizzatore Andrea Morando. Come già negli anni scorsi, sono intervenuti espositori da tutta Italia, fra i quali Giovanni Masino, definito il più esperto. Tra i collezionisti era presente Enrico Mignemi, proveniente addirittura da Catania.

Nella giornata di sabato, inaugurata alle ore 9 con taglio del nastro alla presenza del sindaco Maurizio Rasero e delle autorità, ha avuto luogo la mostra/scambio della figurina e del materiale cartaceo sportivo, con tanto di riviste, libri, album e cartoline. Domenica, invece, c’è stato il tradizionale scambio delle figurine dei calciatori Panini 2021. Numerosi i personaggi intervenuti, fra i quali gli ex calciatori Amelia, Pruzzo, Cereser, Fossati e Rubino. Hanno preso parte a un convegno che si è svolto nel primo pomeriggio, sempre nel cortile del “Michelerio”. L’occasione, ovviamente, è stata propizia per dare spazio ai ricordi e agli aneddoti.

Attuale tecnico del Livorno, Marco Amelia era il terzo portiere, dopo Gianluigi Buffon e Angelo Peruzzi, della Nazionale italiana campione del Mondo a Germania 2006. Amelia ha difeso, tra l’altro, i pali di Livorno e Milan. L’attaccante Roberto Pruzzo (163 gol in carriera) ha vestito in passato le maglie di Genoa, Roma e Fiorentina, e con i giallorossi capitolini ha vinto lo scudetto nel 1983. Angelo Cereser e Natalino Fossati, invece, hanno fatto la storia del Torino negli Anni 60-70, mentre Raffaele Rubino, ora direttore sportivo del Livorno, ha militato come attaccante nelle seguenti squadre: Novara, Siena, Torino, Perugia, Salernitana.

Al convegno hanno preso parte anche l’ex granata Umberto “Pedro” Depetrini, l’ex portiere del Palermo Lorenzo Frison e Paolo Ferrero, autore del libro “Una vita in trincea”. Dedicato a Cereser, il volume è stato scritto in collaborazione con il club “Valcerrina granata”, il cui presidente onorario è appunto lo stesso ex difensore del Torino. Agli ospiti, oltre alle figurine originali su carta telata della Panini, è stato consegnato il libro riguardante l’ex calciatore astigiano del Novara Alessio Gherlone. All’evento sono intervenuti, fra gli altri, Silvio Aimo, presidente e amministratore delegato del Livorno, e il “vice” Guido Presta. In questa “due giorni” era in funzione lo stand del Rione Cattedrale, che ha fatto gustare ai presenti le specialità gastronomiche della tradizione piemontese. Una parte del ricavato della manifestazione è stata devoluta al comitato astigiano della Croce Rossa Italiana.

 

 

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo

Per la tua pubblicità su
la nuova provincia

Agenzia Publiarco
chiama il n. 0141 593210
oppure invia una mail