ale italia
Sport
Tamburello open

L’Italia femminile fa suo il titolo mondiale, piazza d’onore nel maschile

Nel prossimo weekend ripartiranno i campionati
Gli impianti di gioco in terra francese di Poussan, Meze, Balaruc e Les Bains hanno ospitato lo scorso fine settimana il campionato mondiale di tamburello open. In gara rappresentative nazionali sia in ambito maschile sia femminile.

Per l’Italia si è trattato di un successo a metà, poichè la formazione femminile, guidata da Alessandra De Vincenzi, è salita sul gradino più alto del podio, mentre la compagine maschile è stata superata in finale dalla Nazionale padrona di casa. Alla manifestazione prendevano parte quattro selezioni nazionali nel maschile (Italia, Francia, Catalogna e Benin) e solamente due nel femminile: Italia e Francia.

L’assegnazione del titolo mondiale tra le ragazze prevedeva pertanto un doppio scontro tra le uniche due partecipanti. Nella prima sfida l’Italia batteva la Francia per 13 a 8, dopo aver patito l’avvio delle padrone di casa in vantaggio per 6 a 2.La reazione del team azzurro era veemente e la parità veniva ristabilita. Sullo slancio l’Italia si portava avanti per 9 a 6, mettendo in chiara difficoltà le rivali. Vantaggio che andava incrementadosi nella seconda parte del match: 13 a 8 il risultato finale, Chiara Zeni e compagne concedevano il bis anche nel secondo confronto, disputato domenica. Partita equilibrata fin sul 3 pari, quindi le azzurre allungavano (6-3, 8-4, 9-6 ), in virtù dello spostamento di Beatrice Zeni a fondocampo e Ludovica Stella nel mezzo: 13 a 6 l’esito dellla partita. Al debutto con la maglia azzurra quattro atlete: Elisabetta Arisio, Giulia Piatti, Elisa Bacchi e Ludovica Stella.

Non è andata altrettanto bene alla nazionale maschile, sempre opposta alla Francia in finale. Gara molto combattuta. Nella fase di qualificazione l’Italia aveva avuto la meglio sul Benin (13-3) e sulla Catalogna (13 a 1) ed aveva ceduto in volata al quintetto di casa. Anche la Francia superava le rivali guadagnando la finale contro l’Italia. Da regolamento accedevano infatti alla finale le prime due classificate del girone. Sfida da incubo per gli azzurri, sotto 4-0 e mai in partita. L’andamento della sfida non cambiava nelle battute successive. I transalpini mantenevano un consistente vantaggio e chiudevano i conti sul 13-5.

Nel prossimo weekend ripartiranno i campionati

Dopo lo stop agostano dedicato alla Coppa Italia e alle gare delle nazionali, ripartiranno nel prossimo weekend i campionati di A e B.

SERIE A – Classifica: Sommacampagna e Castellaro punti 46; Arcene e Solferino 45; Cavrianese 33; Guidizzolo 23; Ceresara e Cremolino 19; Fontigo 15; Sabbionara 13; Cavaion 12; Tuenno 8.

Prossimo turno (Domenica 4 settembre, ore 15): Cavrianese-Guidizzolo (sabato 3); Cremolino-Tuenno; Ceresara-Fontigo; Solferino-Cavaion; Arcene-Sabbionara; Sommacampagna-Castellaro (ore 15,30).

SERIE B – Classifica: Castiglione punti 45; Bardolino 40; Segno 38; Malavicina 33; Dossena e Castelli Calepio 30; Palazzolo 29; Valgatara 27; Cereta 25; Valle San Felice 12; Monte 11; Capriano 4.

Prossimo turno (Domenica 4 settembre, ore 16): Cereta-Valle San Felice (sabato 3, ore 21); Bardolino-Malavicina; Castelli Calepio-Segno (sabato 3), Dossena-Monte (sabato 3); Valgatara-Capriano; Palazzolo-Castiglione.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo