La Nuova Provincia > Sport > Skull Boxe, Etinosa Oliha ad agosto difende il titolo tricolore
Sport Asti -

Skull Boxe, Etinosa Oliha ad agosto difende il titolo tricolore

Riparte l'attività del sodalizio astigiano che, salvo sorprese, salirà sul ring a Brescia per la difesa dell'italiano medi del suo campioncino

Skull Boxe, Etinosa Oliha ad agosto difende il titolo tricolore

Prima settimana di lavoro per la Skull Boxe Canavesana di Asti e già grandi novità in arrivo. Il sodalizio di via del Lavoro, riconosciuto, in base alla recente graduatoria stilata dalla Federazione, il migliore d’Italia, ha riaperto le lezioni ai propri tesserati, in pieno rispetto delle regolamentazioni anti-contagio.

«Una prima settimana di lavoro decisamente positiva – racconta coach Davide Greguoldo, anima pulsante della società – Abbiamo deciso di dare ai nostri tesserati ampia scelta a livello di orario. Dal lunedì al venerdì, infatti, le lezioni di pugilato iniziano la mattina alle 9,30 e si protraggono sino all’ultima sessione delle 18,30. Siamo aperti anche il sabato mattina, mentre dedichiamo la fascia serale agli allenamenti dei nostri agonisti».

Un’ampia gamma di scelte a livello di orario, per rispettare alla perfezione quelle che sono le dinamiche della fase 2 del Covid-19. Sono certamente stati mesi complessi per i club, compresa la Skull, che ha organizzato lezioni on line attraverso la piattaforma “Zoom” e mantenuto quindi contatti con tutti gli appassionati di pugilato non solo locali, ma anche nazionali.

A dare ulteriore impulso alla ripresa dell’attività, giunge una lieta novella per i tifosi di Etinosa “El Chapo” Oliha: l’imbattuto campione italiano dei pesi medi, classe 1998, reduce dalla vittoria più importante in carriera, a febbraio di fronte a un Pala Errebi gremito, difenderà molto probabilmente in maniera volontaria la cintura tricolore il 14 agosto a Brescia contro Andrea Roncon, atleta ventinovenne veneto con un record di 14 successi, cinque sconfitte e un pareggio. Un avversario sulla carta alla portata per “Eti”, che ha la possibilità di proseguire il proprio percorso di maturazione “puntando” all’orizzonte altri obiettivi prestigiosi. «Sarà una sfida tosta, non bisogna mai abbassare la guardia. L’avversario giungerà all’appuntamento in ottimo stato di forma e nel pieno della maturità e, anche se il record di Oliha è migliore rispetto a quello dello sfidante, siamo consci che ogni match nasconde trappole e insidie. Dovremo prepararlo al meglio», chiosa Greguoldo. Le buone notizie non finiscono qui per il sodalizio astigiano: entro la fine del 2020 sembra probabile che verrà concessa un’altra chance titolata per il tricolore a Nourdine “El Tiburon” Hassan, formidabile professionista forgiato alla Skull.

Un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente