La Nuova Provincia > Attualità > Castelnuovo Calcea vince la corsa delle Botti di Nizza
Attualità Asti Canelli e sud Nizza Monferrato -

Castelnuovo Calcea vince la corsa delle Botti di Nizza

Con un tempo di 3:53:14 gli spingitori Roberto Guastello, Davide Lovisolo e Gian Piero Lovisolo sono tornati in cima al podio

A Castelnuovo Calcea la corsa delle botti

Torna a trionfare nella Corsa delle Botti la squadra dei Viticoltori di Castelnuovo Calcea. Con un tempo di 3:53:14 gli spingitori Roberto Guastello, Davide Lovisolo e Gian Piero Lovisolo sono tornati in cima al podio della peculiare competizione sportiva nicese, a 3 anni di distanza dalla loro precedente vittoria.

Vittoria dedicata a Pier Luigi Berta

Un risultato dedicato da Guastello a un amico recentemente scomparso, Pier Luigi Berta, in passato anche presentatore della Corsa delle Botti: «Mi diceva sempre: Roberto, quest’anno se sarò speaker a Nizza non vedo l’ora di annunciare la vostra vittoria. Quest’anno c’è stata e la dedichiamo a Pier. Ci manchi».

Acceso entusiasmo per la competizione

Se le qualificazioni si sono svolte, per la prima volta, di sabato sera, le semifinali nel pomeriggio di domenica hanno fin da subito acceso l’entusiasmo per la competizione. Le squadre classificatesi in finale sono state, per la prima batteria, la Bottega del Vino di Calamandrana (4:15:25) e “Le Tre Cascine” (4:34:21); per la seconda le Cantine d’Incisa (4:05) e Cascina Lana di Nizza (4:08); per la terza i Viticoltori di Castelnuovo Calcea (3:58:20) e le Cantine Amerio di Canelli (4:11:31).

Cantine Amerio di Canelli seconda

La griglia di partenza è poi stata modificata dall’assegnazione di alcune penalità, in secondi, da parte della giuria. Il podio finale, dopo i castelnovesi, ha visto seconda classificata la squadra delle Cantine Amerio di Canelli (4:01:94) e terzi i vincitori del 2016, le Cantine d’Incisa (4:06:89). A tutte le squadre partecipanti le congratulazioni dell’amministrazione.

f.duretto@lanuovaprovincia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente