La Nuova Provincia > Attualità > Festa Titolare a San Lazzaro: Andrea Poletto è il “Borghigiano dell’Anno”
Attualità, Palio Asti -

Festa Titolare a San Lazzaro: Andrea Poletto è il “Borghigiano dell’Anno”

Don Dino Barberis ha ricordato con particolare partecipazione le peculiarità e le caratteristiche del Borgo gialloverde, sottolineando la grande attenzione rivolta dal “Santo” ai poveri e agli emarginati

Grande partecipazione all’evento nonostante la pioggia

Nonostante la pioggia, insistente e fastidiosa, il Borgo San Lazzaro (o meglio ancora, San Lazzaro dei mendicanti) ha degnamente celebrato la propria Festa Titolare. Don Dino Barberis, parroco di San Domenico Savio, ha ricordato con particolare partecipazione le peculiarità e le caratteristiche del Borgo gialloverde, sottolineando la grande attenzione rivolta dal “Santo” ai poveri e agli emarginati.

Tra problematiche e cose belle

Un’operato il suo che fa ricordare e rivivere quelli che sono i momenti, le situazioni e le problematiche che si vivono nei quartieri periferici, lasciando però ampio spazio alle cose belle e straordinarie che spesso in certi luoghi accadono. L’orgoglio, insomma, di appartenere e provenire da una periferia umile ma operosa e tenace. La storia di San Lazzaro ricorda inoltre di lavorare per il presente ma soprattutto per il futuro, per il domani…. La Festa Titolare con Musici, Figuranti e Sbandieratori al gran completo ha visto anche la premiazione del Borghigiano dell’anno 2019.

L’elezione del “Borghigiano dell’Anno”

Questa la motivazione del premio: “Nel giorno della nostra Festa Titolare siamo onorati, ogni volta, di premiare chi tra noi si è distinto nel corso di questo anno per meriti palieschi, sociali o di solidarietà. In questo 2019, in un momento così particolare dove siamo sempre più schiacciati da egoismi e dalla poca disponibilità verso il prossimo, abbiamo deciso di premiare una persona che con il suo atto di generosità verso il prossimo ha veramente onorato la Vita. Il nostro Borghigiano 2019 è, infatti, un Uomo coraggioso e pronto a compiere il più grande passo che si possa fare: salvare una Vita.

Salvare una vita

Salvare una Vita dovrebbe essere la cosa più naturale che ci sia, ma servono coraggio e sacrificio. Il nostro Borghigiano lo ha dimostrato con la sua storia di donazione, iniziata nel 2017 quando grazie all’incontro con l’ADMO (l’associazione italiana donatori di midollo osseo) decise di iscriversi alla banca dati mondiale. Dopo qualche mese ricevette una telefonata, nella quale gli si diceva che il suo midollo era compatibile con quello di una persona e che c’era bisogno di lui. Ha risposto SI e ad ottobre del 2018 è avvenuta la donazione di midollo osseo ad un bambino di 7 anni, che grazie a questo intervento ha potuto continuare a vivere e a sognare. Chi salva una vita salva il mondo!
Il Borghigiano dell’anno 2019 del Borgo San Lazzaro è ANDREA POLETTO!”

Prossimi eventi

Appuntamento a brevissima scadenza per i “Ramarri”, poichè già il prossimo weekend a Cerro Tanaro si terrà il torneo di sbandieratori “Memorial Don Giacomo Accossato”. Parteciperanno: gli astigiani Borgo San Lazzaro, Borgo San Pietro, A.S.T.A., Borgo Don Bosco e Borgo Torretta; da Fossano arriveranno gli Sbandieratori e Musici Principi d’Acaja. E ancora, Sbandieratori e Musici Città di Grugliasco; da Reggio Emilia la Contrada Monticelli di Quattro Castella; da Ferrara il Borgo San Giacomo; da Alba il gruppo Terre Sabaude e dalla Liguria il gruppo dei Sestieri di Ventimiglia.

max.elia@virgilio.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente