La Nuova Provincia > Attualità > A Canelli la Lega doppia Forza Italia
Attualità Canelli e sud -

A Canelli la Lega doppia Forza Italia

E nella città delle bollicine già si pensa alla campagna elettorale per le amministrative del 2019

La Lega primo partito

Boom di voti targati Lega. Nella città delle bollicine l’elettorato si è espresso a favore del partito di Matteo Salvini con 1.515 voti (pari al 30,81%) per la Camera e 1.418 voti per il Senato (pari al 30,75%). Un risultato che doppia quello dello storico alleato, Forza Italia, fermo al 16% per la Camera e al 16,46 % al Senato.

Forza Italia ferma al 16%

Che l’elettorato in questa parte della provincia fosse vicino al centro-destra non è certo un mistero e, ad un anno dalle elezioni amministrative, c’è già chi formula considerazioni in vista di possibili liste e programmi. La novità di domenica sta però nel sorpasso della Lega sul partito di Belusconi, in una città in cui il sindaco Marco Gabusi nonché Presidente della Provincia è di quest’ultimo colore politico. «Il dato canellese riflette il trend nazionale – osserva Gabusi – Il risultato della coalizione del centro-destra è sicuramente positivo e tutto sommato la percentuale di Forza Italia conferma quella ottenuta alle scorse regionali. A Canelli i “grillini” non hanno sfondato ( siamo intorno al 23% ndr) e la Lega è stata premiata per aver accolto ciò che i cittadini sentono come priorità: una politica seria sull’immigrazione e maggiore sicurezza nelle città. Temi tra l’altro che io stesso, come amministrazione, ho sempre riconosciuto come prioritari».

Gandolfo: «Sì, siamo populisti»

Al settimo cielo per il risultato conseguito il vice sindaco Paolo Gandolfo, il quale si è speso molto in questa campagna elettorale a favore del candidato leghista Andrea Giaccone. «Sì, siamo populisti nella misura in cui devono venire prima i cittadini italiani – conferma Gandolfo – Ci siamo spesi per una giusta causa. I Comuni devono poter spendere di più per i propri cittadini e la burocrazia deve essere alleggerita. E’ ora di cambiare il sistema e per farlo serve agire da Roma. Il risultato di domenica è stato netto. I canellesi si sono espressi. Se ne dovrà tener conto nei prossimi mesi, in preparazione delle prossime amministrative».

Già si pensa alle amministrative

Dal commento del vice Gandolfo emerge dunque una constatazione chiara: la campagna elettorale per Canelli 2019 è appena cominciata. Ne è convinto anche un volto noto della politica canellese come Oscar Bielli, il quale commenta così il voto dei suoi concittadini: «Il risultato era prevedibile anche se non nelle dimensioni – osserva – L’aggressività di chi non ha mai avuto responsabilità di governo è stata premiata. Temo però l’insorgere di future divisioni tra Lega e Forza Italia. Spero non a livello locale. Per il bene di Canelli e del territorio servirà una proposta coesa, in occasione del rinnovo del Consiglio Comunale».

Lucia Pignari

lucia.pignari@gmail.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente