La Nuova Provincia > Cronaca > Asti: ancora una sala scommesse rapinata
Cronaca Asti -

Asti: ancora una sala scommesse rapinata

Un uomo, da solo, con il volto nascosto da sciarpa e cappuccio e impugnando una pistola, è entrata alla sala Royal Play di piazza Marconi

È la quinta rapina dal mese di settembre ad oggi. Un’altra sala scommesse è stata presa di mira da un bandito: è accaduto in città, nella notte tra lunedì e martedì, intorno alla mezzanotte. Un uomo, da solo, con il volto nascosto da sciarpa e cappuccio e impugnando una pistola, è entrata alla sala Royal Play di piazza Marconi. All’interno si trovava il gestore, una donna, che non ha potuto far altro che consegnare il denaro che aveva nel locale.

L’uomo se n’è andato con un bottino di circa mille euro. Sull’episodio stanno indagando i carabinieri di Asti, che hanno già acquisito le immagini registrate da telecamere installate in zona, alla ricerca di fotogrammi che potrebbero rivelarsi utili ad identificare il rapinatore. Nel solo mese di novembre è la quarta rapina in agenzie di scommesse nell’Astigiano: una alla “Snai” di corso Casale e due alla “Sisal” di Nizza, in strada Alessandria (così come quella avvenuta nel mese di settembre). Le modalità attraverso cui sono state messe a segno sono del tutto simili: un uomo da solo, con il volto coperto e una pistola in pugno.

Al momento però, secondo indiscrezioni, non ci sarebbero elementi precisi che portino a confermare che si tratti dello stesso rapinatore. Le indagini dei carabinieri di Asti e di Canelli proseguono.

m.m.t.

Articolo precedente
Articolo precedente