Cerca
Close this search box.
Monti: Priorità creare ricchezza, poi si penserà redistribuzione
Altro

Monti: Priorità creare ricchezza, poi si penserà redistribuzione

Monti: Priorità creare ricchezza, poi si penserà redistribuzione
‘Per questo servono riforme strutturali, ancora più radicali’


Roma, 24 ott. (TMNews)
– “Credo che un Paese prima di porsi problemi sulla distribuzione della ricchezza, debba porsi il tema di come non restare troppo indietro rispetto agli altri Paesi” nella creazione di ricchezza: “E’ questo il tema secondo me delle riforme strutturali”. Così il premier Mario Monti, intervenendo alla presentazione di un libro di Bruno Tabacci.

La premessa del ragionamento del presidente del Consiglio è “‘moderato’ non sia un aggettivo adatto a descrivere politicamente ciò di cui si ha bisogno. Non c’è affatto bisogno di politiche moderate ma di politiche di cambiamento radicali e di riforme radicali. Nella mia personale visione queste politiche è più probabile che siano poste in atto quando si supera in gran parte, non in tutto, la distinzione tra destra e sinistra”, che risiede in particolare proprio nella redistribuzione della ricchezza. Ma “io credo che un Paese prima di porsi problemi sulla distribuzione della ricchezza, debba porsi il tema di come non restare troppo indietro rispetto agli altri Paesi. E’ questo il tema secondo me delle riforme strutturali”.

Dunque “occorre una trasformazione molto più radicale di quanto fatto finora. Il che non significa mettersi in quel radicalismo riformista in cui noi economisti ci mettiamo quando scriviamo sui giornali criticando i politici per la loro mancanza di coraggio. Perchè radicalismo significa che poi le riforme non si fanno…”.

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Le principali notizie di Asti e provincia direttamente su WhatsApp. Iscriviti al canale gratuito de La Nuova Provincia cliccando sul seguente link

Scopri inoltre:

Edizione digitale