50 profughi accolti nell’Astigiano in tre giorni
Attualità

50 profughi accolti nell’Astigiano in tre giorni

Nel giro di tre giorni si è saturata la disponibilità di posti che la provincia di Asti poteva offrire per accogliere i profughi che, in massa, stanno lasciando la Libia alla volta dell’Italia. Da

Nel giro di tre giorni si è saturata la disponibilità di posti che la provincia di Asti poteva offrire per accogliere i profughi che, in massa, stanno lasciando la Libia alla volta dell’Italia. Da lunedì a ieri sono stati 50 gli arrivi nell’Astigiano di siriani, somali, nigeriani e altri stranieri provenienti dal Sud Africa. Sono stati accolti nell’hub di Villa Quaglina ma anche nelle varie comunità a Robella, Frinco e San Damiano. Qualcuno di loro è già ripartito grazie ai contatti con le reti di connazionali in altri Paesi europei, ma la maggior parte è rimasta in attesa di documenti. A ieri erano ancora meno di dieci i posti a disposizione per nuovi profughi. Poi sarà emergenza vera anche nell’Astigiano.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo