Dagli Usa ad Astiper cucinare piemontese
Attualità

Dagli Usa ad Asti
per cucinare piemontese

Si è rinnovata anche quest'anno l'iniziativa delle vacanze studio per ragazzi stranieri allestite dall'associazione astigiana Experiment in International Living ? Italia, guidata da Anne

Si è rinnovata anche quest'anno l'iniziativa delle vacanze studio per ragazzi stranieri allestite dall'associazione astigiana Experiment in International Living ? Italia, guidata da Anne Elliott Vallana, in collaborazione con l'Agenzia di formazione professionale Colline astigiane, la scuola alberghiera che ha sede ad Asti e Agliano.

Otto ragazzi, provenienti da varie parti degli Stati Uniti, hanno trascorso nove giorni ad Asti, seguendo un corso di cucina piemontese alla sede di via Asinari dell'Alberghiera sotto la guida dello chef Sergio Maria Teutonico. Lezioni ogni mattina dalle 9 alle 14 e poi l'opportunità di visitare e conoscere la città.
Con un aperitivo di benvenuto alla scuola, è stata presentata nei giorni scorsi l'esperienza di studio. Ad accogliere i ragazzi il direttore dell'Alberghiera Davide Rosa, con accanto Lucia Barbarino, direttrice fino a pochi mesi fa e «mente e cuore dell'iniziativa» di accoglienza, e Matteo Gazzarata, referente dei progetti internazionali della scuola, ed il sindaco di Asti Fabrizio Brignolo, che evidenziando le peculiarità storiche, artistiche ed enogastronomiche della città ha augurato al gruppo un positivo soggiorno per conoscere ed apprezzare il nostro terriotorio.

La collaborazione tra Experiment e scuola alberghiera offre da diversi anni opportunità preziose ai giovani. «Experiment da anni si occupa di programmi culturali e soggiorni linguistici che permettono a giovani ed adulti di tutto il mondo di viaggiare all'estero e di venire nel nostro Paese apprezzando non solo l'Italia ma, soprattutto, il territorio astigiano -? spiegano gli organizzatori ?- Grazie alla preziosa collaborazione e alla disponibilità offerta dall'Agenzia di formazione professionale Colline Astigiane ed, in prima persona da Lucia Barbarino, un nuovo gruppo di ragazzi, americani, ha partecipato ad un interessante programma, che ha avuto un'impronta fortemente orientata sui principi Slow Food fin dall'arrivo del gruppo a Roma, per poi focalizzarsi sulle numerose risorse locali, alla scoperta del nostro invidiabile Piemonte e della nostra città».

Per gli otto ragazzi anche l'esperienza, prima di arrivare ad Asti, ad Imperia all'Osteria dell'olio grosso, rinomato ristorante che da anni collabora con l'Alberghiera nell'iniziativa del Ristorante didattico.

Marta Martiner Testa

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo