Amici e autorità in Cattedraleper l'ultimo saluto a Pier Franco Ferraris
Attualità

Amici e autorità in Cattedrale
per l'ultimo saluto a Pier Franco Ferraris

Ha destato grande cordoglio in città la morte, dopo una lunga battaglia contro il cancro, del geometra Pier Franco Ferraris, 68 anni. Le sue esequie si sono svolte sabato pomeriggio in Cattedrale

Ha destato grande cordoglio in città la morte, dopo una lunga battaglia contro il cancro, del geometra Pier Franco Ferraris, 68 anni. Le sue esequie si sono svolte sabato pomeriggio in Cattedrale davanti a molti amici, conoscenti e autorità cittadine. Il feretro è stato tumulato nel cimitero di Castello di Annone. Dirigente della Saclà, politico, ex assessore in Comune e in Provincia, uomo di Palio (era stato rettore del Rione San Martino), vice presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Asti, Ferraris è stato uno dei protagonisti della recente storia di Asti, città che amava e di cui era orgoglioso di essere testimone ogni volta che gli capitava di viaggiare fuori dalla provincia, soprattutto per lavoro.

Sposato con Giovanna, padre di Elena, Ferraris, già esponente di Forza Italia e del PDL, era stato assessore all’Ambiente e ai Servizi Informativi in Provincia durante l’ultimo mandato dell’ex presidente Armosino. Il Palio, quella passione che condivideva con gli amici di San Martino San Rocco, l’aveva portato ad essere Rettore del Borgo tra il 2002 e il 2006. Mai fuori dalle righe, sempre tranquillo e pronto a sdrammatizzare, si portava dietro un “aplomb” ed una capacità di autocontrollo talvolta difficilmente spiegabili. Apparentemente distaccato (ma solo apparentemente!) trovava sempre la parola giusta al momento giusto per tutti. Buon calciatore in gioventù a livello regionale, prima atleta e poi panahtleta, grande tifoso del Toro, “Piero” ha saputo sempre dare il meglio di sé in ogni ambito in cui si è mosso. Alla famiglia vanno le condoglianze della redazione del giornale e degli editori.

r.n.p.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo