«Anche senza il Buce puntiamo al bis»San Martino San Rocco resta affamato
Attualità

«Anche senza il Buce puntiamo al bis»
San Martino San Rocco resta affamato

Maurizio Farnetani, dopo aver portato il rione alla vittoria nel 2012, ha ceduto alle lusinghe di Tanaro e correrà per i biancazzurri il prossimo settembre. Franca Sattanino: «Abbiamo creduto in lui, facile in seguito al suo successo andarlo a cercare»

Il Rione San Martino Borgo San Rocco dovrà forzatamente rimpiazzare Maurizio Farnetani, il fantino che gli ha regalato il Palio nello scorso settembre, poichè il “Buce” ha ceduto alle lusinghe di Tanaro e nel 2013 vestirà la casacca biancazzurra. Al Rettore biancoverde Franca Sattanino, che ha fatto tutto quanto era nelle proprie possibilità per trattenerlo, domandiamo quanto grande sia la sua delusione per la scelta fatta dal fantino: «Partendo dal presupposto – esordisce – che restiamo gli indiscutibili vincitori del Palio 2012 grazie all’impresa compiuta da Maurizio, vorrei sottolineare come soltanto il mio Borgo ebbe l’anno passato il coraggio di portare avanti una scelta tra virgolette rischiosa, dando fiducia ad una “monta” che veniva da una serie di annate certamente non brillanti.

Noi non vincevamo da 27 anni e ingaggiare il “Buce” fu una grande scommessa. Se altri avessero realmente avuto totale fiducia in lui, come vado leggendo ultimamente, avevano allora le stesse nostre possibilità di metterlo sotto contratto. Ma non lo hanno fatto, noi invece si. In seguito all’opportunità da noi offertagli Maurizio Farnetani si è ricreato credibilità e visibilità. E’ stato facile in seguito al suo successo andarlo a cercare…».

Come vi muoverete in ottica futura per sostituire il “Buce”?
«Stiamo valutando alcune possibilità, relativamente al fantino, che ci consentano di tornare in piazza Alfieri il prossimo settembre e disputare un Palio da protagonisti».
Quindi ci riproverete?
«Certamente si. Punteremo a fare il bis come già era accaduto nel 1985. Saremo competitivi al massimo. Farnetani ha scritto una pagina indelebile nella storia del Borgo, oltre ad avere instaurato con tutti noi del Comitato e con la nostra gente uno splendido rapporto che mai potrà essere incrinato. Ora lui è a Tanaro ma noi guardiamo lo stesso avanti con fiducia».

Iniziative in cantiere nell’immediato e in futuro?
«Stiamo lavorando per ultimare gli arredi della nuova sede, che contiamo di inaugurare ufficialmente in primavera. Per il resto continuiamo a goderci la gioia dello splendido trionfo conseguito alle 19 e 44 dello scorso 16 settembre, l’entusiasmo del quale non è ancora scemato. E al riguardo abbiamo in previsione iniziative e festeggiamenti mirati a celebrare degnamente la nostra storica vittoria».

Massimo Elia

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale