La Nuova Provincia > Attualità > Asti, è on line il video di Casa Surace al Festival delle Sagre
Attualità
0 commenti.

Asti, è on line il video di Casa Surace al Festival delle Sagre

Era molto atteso. Perchè "La vita è un saGrificio" e qualcuno lo deve pur fare

C’era molta attesa

L’attesa è finita: sulla pagina FB del canale Food Network nella rubrica “La vita è un saGrificio” è disponibile il video dello sketch girato dagli attori di Casa Surace domenica scorsa al Festival delle Sagre di Asti. I ragazzi sono stati in città due giorni e domenica mattina, intorno a mezzogiorno, hanno girato le immagini al villaggio gastronomico animato dalle casette delle 41 pro loco che hanno partecipato all’evento.

Un video che non ha tradito la trepidazione con la quale i loro milioni di followers, fra i quali anche molti astigiani, attendevano il loro nuovo lavoro,  l’interpretazione del Festival delle Sagre nello stile inconfondibile del gruppo di attori che giocano con ironia e sarcasmo sulle differenze fra Nord e Sud.

La vita è un saGrificio con Casa Surace | Sagra di Asti

Chi l'ha detto che le sagre sono solo al Sud? Casa Surace ci porta in Piemonte, alla Sagra di Asti. Come sarà andata a finire? #LaVitaèUnSagrificio

Pubblicato da Food Network Italia su Venerdì 13 settembre 2019

Nemmeno San Secondo viene risparmiato

Il video ha come protagonisti Nicola e Riccardo e nemmeno San Secondo, patrono della città,  è sfuggito alla loro dissacrazione. Perchè se al Nord, dove tutto va veloce, si chiama San Secondo, al Sud sarebbe chiamato “san mezzoretta”…

Altre battute sulla “astiosità” degli astigiani fino ad arrivare al momento clou degli assaggi in piazza.

Riccardo ha il compito di convincere Nicola su come anche al Nord si sappiano fare Sagre dove si mangia almeno tanto quanto al Sud.

I piatti assaggiati (e commentati)

Nelle scelte dei due ragazzi cadono la carne cruda all’astigiana (che Nicola accomuna ad una sorta di sushi mentre Riccardo gli spiega che viene fatta con sola razza fassona piemontese a km O), i tomini elettrici e poi gli agnolotti serviti con tre sughi diversi: ragù di carne, d’asino e sugo d’arrosto. Agnolotti che Nicola, nella sua beata ingenuità, chiama “tortellini del Nord”.

Sì, anche al Nord esistono le nonne, quelle vere

Divertentissimo il siparietto in cui Nicola scopre, con sua grandissima sorpresa, che anche al Nord abbiamo le nonne, quelle vere, proprio le mamme delle mamme. Omaggio a Nonna Rosetta, altra protagonista indiscussa dei video di Casa Surace.

E poi non poteva essere Sagra del Nord senza bagna cauda con alitata di ordinanza.

Un grande “spot” a questa grande manifestazione visto che nei primi commenti la richiesta più ricorrente è la richiesta di informazioni su luogo e data in cui si tiene.

 

Scritto da: Daniela Peira

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente