La Nuova Provincia > Attualità > Da lunedì prossimo ben 18 treni in più per l’astigiano
Attualità Asti -

Da lunedì prossimo ben 18 treni in più per l’astigiano

Riprendono i servizi Asti-Acqui, Asti-Alessandria e Asti-Milano. Assessore Gabusi: «La Regione, insieme ai Sindaci del territorio, vuole dare un servizio aderente alle necessità»

Da lunedì 18 treni in più per l’astigiano

Prosegue l’implementazione progressiva del servizio ferroviario in Piemonte. Dopo il primo aumento di servizio dello scorso 4 maggio, da lunedì 18 maggio nei giorni feriali circoleranno 457 treni, con un aumento di 52 treni al giorno.

Reintrodotti due regionali veloci

In particolare, per il territorio astigiano sono 18 i treni che vengono aggiunti a quelli già esistenti: vengono infatti reintrodotti i due Regionali Veloci Asti-Milano diretti (3983 in partenza da Asti alle 6.45 e 3971 in partenza da Milano alle 18.30), 14 treni Regionali Asti-Acqui e 2 Regionali Asti-Alessandria. Confermati, inoltre, 16 treni al giorno Asti-Torino della linea sfm6 e 34 Torino-Asti-Genova, tutti già in servizio dal 4 maggio.

Il confronto con i sindaci

«Dopo aver sentito i Sindaci di Asti, Acqui e Nizza – sottolinea l’Assessore regionale ai Trasporti Marco Gabusi – abbiamo dato il via alla seconda implementazione del servizio ferroviario nella Fase 2 dell’epidemia. Il confronto con i Sindaci e l’analisi delle richieste che ci arrivano ci consentono di ripartire con un servizio di trasporto pubblico aderente alle necessità del territorio. Da qui in poi, senza aspettare le indicazioni del Governo, continueremo a potenziare progressivamente gli orari, puntando a ripristinare il 100% dei treni quando apriranno le scuole e ci sarà una richiesta decisamente superiore a quella attuale».

Articolo precedente
Articolo precedente