Cerca
Close this search box.
WhatsApp Image at
Attualità
Viabilità

Da oggi, 10 giugno, tunnel di Isola chiuso e treni della Asti-Alba fermi

Causa lavori la galleria dei Molini sarà chiusa fino al 26 luglio, mentre la linea ferroviaria Asti-Alba rimarrà con treni sospesi fino all’8 settembre

Con la giornata di oggi, lunedì 10 giugno, è scattata l’ora “x” nel territorio appena a sud della città di Asti per quanto riguarda viabilità e trasporti. Chiuso da oggi fino al 26 luglio il tunnel di Isola che dalla quattro corsie della statale 231 Asti-Alba porta sulla “Asti Mare” in direzione di Vigliano, Montegrosso e la Valle Belbo. Sono infatti in programma interventi di adeguamento degli impianti tecnologici della galleria, che richiedono l’interruzione del traffico. «Si lavorerà su più turni e durante questo periodo inevitabilmente il traffico tornerà ad attraversare il centro abitato, con i disagi prevedibili, ma corso Volpini è l’unico collegamento e non c’è alternativa. Da parte del Comune saranno rafforzati i controlli da parte delle forze dell’ordine, in modo da tutelare la sicurezza dei residenti, in particolare per quanto riguarda i pedoni», segnalano dal palazzo comunale.

Già nelle scorse settimane aveva esternato le sue preoccupazioni il professor Erildo Ferro, ex sindaco di Isola e tra i promotori del comitato per la Variante di Isola. «Siamo di fronte ad un flusso di traffico molto cresciuto rispetto agli anni passati, che comporta una situazione davvero complicata dal punto di vista della sicurezza, in particolare per i pedoni, e per quanto riguarda rumore e rischio inquinamento. Secondo un preciso modello matematico, possiamo stimare il numero dei veicoli in transito in corso Volpini ogni giorno. Giovedì 9 maggio i veicoli transitati in 5 minuti in corso Volpini, alle 10,30, sono stati 142, di cui 8 mezzi pesanti: possiamo calcolare quindi in media il passaggio in un’ora di 1.704 veicoli, dei quali 96 pesanti. Nello stesso giorno, alle 12,40, i veicoli transitati in un’ora sono stati 1.356, dei quali 144 pesanti, compresi 4 autobus. La domenica sera, alle 18,30, in 5 minuti sono transitati 179 veicoli pari a 2.142 in un’ora, dei quali 132 motocicli – aveva spiegato il professor Ferro – Da questi dati emerge come sia raddoppiato il flusso dei veicoli rispetto a 25 anni fa e come sia cresciuto il numero dei mezzi pesanti. È evidente dunque la preoccupazione per il riversarsi del traffico in corso Volpini, ma riteniamo comunque positivo che i tempi previsti per i lavori siano più contenuti rispetto agli annunci iniziali. E importante sarà la presenza di pattuglie in zona per vigilare sulla viabilità e il rispetto del Codice della strada».

Intanto sempre da oggi, lunedì 10 giugno, stop anche ai treni che circolano sulla rinata ferrovia Asti-Alba, attraversando i Comuni di Isola, Costigliole (Motta), Castagnole Lanze e Neive. È prevista una chiusura temporanea di tre mesi della ferrovia per lavori di miglioria alla linea e in particolare la sostituzione dei binari in corrispondenza delle gallerie Ghersi, Raineri e Como, in territorio albese, e interventi ad alcuni passaggi a livello. La riapertura è prevista per l’8 settembre. «Da una parte il tunnel della Variante chiuso, dall’altra la linea ferroviaria ferma: saranno mesi difficili per la viabilità, con innegabili disagi per la mobilità dei cittadini e il benessere dei residenti di Isola», evidenzia il professor Ferro. Anche nel caso dei lavori sulla linea ferroviaria Asti-Alba, si spera che le opere possano concludersi in tempi più brevi rispetto ai tre mesi previsti. Il periodo scelto per gli interventi è quello delle vacanze estive degli studenti; ma certo sono molti anche i lavoratori che dallo scorso 11 settembre, giorno di riapertura al traffico passeggeri della linea, hanno scelto di lasciare a casa l’auto e spostarsi in treno. Per costoro rappresenterà certo un disagio la mancanza del treno, dovendo optare per l’autobus, che fornisce il servizio con corse ad ogni ora della giornata (e un servizio attivo anche il sabato e domenica), oppure tornare a viaggiare in auto.

(Nella foto un tratto di via Val Tiglione ad Isola con il ritorno del traffico)

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Le principali notizie di Asti e provincia direttamente su WhatsApp. Iscriviti al canale gratuito de La Nuova Provincia cliccando sul seguente link

Una risposta

  1. E importante sarà la presenza di pattuglie in zona per vigilare sulla viabilità e il rispetto del Codice della strada».
    Direi proprio di no! In una settimana di chiusura del tunnel non si è vista una sola pattuglia a vigilare sul rispetto della viabilità e del codice della strada.
    È la stessa parola “rispetto” che viene utilizzata a sproposito. È forse rispettoso obbligare gli sfortunati abitanti di Corso Volpini a vivere per due mesi nello smog, nell’inquinamento acustico e nel pericolo di rimanere coinvolti in un incidente?
    Io credo che sarebbe stato un atto di buon senso provare ad immaginare un cantiere notturno, lasciando la strada parzialmente aperta di giorno. Chiaramente una previsione di lavoro di notte avrebbe fatto raddoppiare i costi e la filosofia delle gare d’appalto si basa unicamente sul risparmio e sul ribasso. Secondo questa logica diventa “follemente” giustificabile e tollerabile lasciare un flusso continuo di auto e mezzi pesanti nel bel mezzo di un paese.
    Anche sulle tempistiche mi sento di sorridere. È sufficiente guardare i cantieri nei dintorni, dalla tangenziale di Asti che porta verso la A21 alla A33, per comprendere che sarà un miracolo se la tempistica annunciata verrà rispettata.
    Nel frattempo le regole di sopravvivenza per chi vive qui sono: cercare di essere fuori casa il più possibile, non aprire le finestre, indossare cuffie antirumore e avere un buon motivo per attraversare la strada.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Il periodo di verifica reCAPTCHA è scaduto. Ricaricare la pagina.

Scopri inoltre:

Edizione digitale