Foto conferenza stampa
Attualità
Annuncio

Dal Vinitaly la conferma di un Settembre Astigiano con Palio, Douja d’Or e Festival delle Sagre

Si torna alla normalità nel mese più attrattivo dell’anno

Il Vinitaly spazza via i dubbi sul Settembre Astigiano che è stato presentato oggi  in tutta la sua interezza, così come è sempre stato programmato fino alla pandemia da Covid.
Al Padiglione della Regione Piemonte è stato confermato tutto: Palio al 4 settembre, Douja d’Or dal 9 al 18 settembre e il Festival delle Sagre nel week end di sabato 10 e domenica 11.
Insomma, torna il bouquet di manifestazioni che fanno di settembre il mese più attrattivo per tutta la nostra città dopo i due anni di parziale stop dovuto alle restrizioni sanitarie.
Partiamo dalla Douja d’Or, cui lavoreranno la Camera di Commercio Asti-Alessandria, Piemonte Land of Wine e dalla Fondazione Asti Musei.
Il vino rimane, ovviamente, al centro delle iniziative con degustazioni, assaggi di vermouth, masterclass, menu e piatti speciali in un percorso enogastronomico che si dipanerà attraverso piazze, vie e dimore storiche del centro cittadino con numerosi eventi collaterali in tema di mostre, arte e cultura.
«Presentare l’edizione 2022 della Douja d’Or di Asti al 54° Vinitaly di Verona è per noi un grande orgoglio: vuol dire che il sistema piemontese della promozione del vino e delle eccellenze dei nostri territori ha voglia di fare e di lavorare per valorizzare i propri prodotti enogastronomici anche oltre i confini nazionali. L’obiettivo del nostro impegno è, come sempre, quello di permettere ai nostri produttori e ai nostri vini di farsi conoscere e di esportare le proprie etichette in tutto il mondo» dichiara il Presidente della Camera di commercio di Alessandria-Asti e di Unioncamere Piemonte Gian Paolo Coscia.

In quest’ottica, considerando che il 2022 è stato scelto dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite come Anno Internazionale del Vetro, sarà visitabile ad Asti presso Palazzo Mazzetti, da giugno a settembre, la mostra dal titolo “Il Vetro è vita”. La decisione dell’ONU dà il via ad un anno importante per tutta la filiera del vetro, un materiale antico, ma che sa interpretare tutte le sfide della modernità, da quelle ambientali a quelle tecnologiche. L’esposizione verrà realizzata in collaborazione con il Consorzio Vetro di Murano e grazie al gentile prestito della signora Donatella Clinanti.
Commenta Filippo Mobrici, vicepresidente di Piemonte Land of Wine e presidente del Consorzio Barbera d’Asti e vini del Monferrato: «Per noi che, come Piemonte Land rappresentiamo tutto il mondo del vino del Piemonte e come Consorzio Barbera d’Asti le denominazioni astigiane e monferrine, la Douja d’Or è la nostra casa, è il luogo dove ritroviamo e mostriamo le nostre radici, le nostre tradizioni e osiamo anche guardare oltre i confini, ad altre culture, ad altri territori, convinti come siamo che il confronto e la conoscenza reciproca sia un prezioso arricchimento personale e porti sempre ottimi frutti. La Douja d’Or è, dunque un appuntamento imprescindibile per noi operatori, per i Consorzi, per i produttori, i vignaioli, per gli appassionati, ma anche per chi voglia scoprire, insieme a vini, spumanti, vermouth e distillati e altre cose buone, gli angoli suggestivi della città di Asti, con il suo centro storico, le sue chiese, i suoi palazzi d’epoca, le piazze e i portici, un insieme che è degna cornice per una rassegna con alle spalle una lunga e gloriosa storia di promozione e valorizzazione».
E poi la conferma del Festival delle Sagre, la cui parte organizzativa quest’anno sarà affidata all’Unione Nazionale Pro Loco d’Italia in una gestione mista con la Camera di Commercio.
Al Vinitaly si è parlato di tutto quel che ha fatto del Festival delle Sagre la manifestazione più amata: sfilata storica nelle vie cittadine con figuranti in costumi, animali presenti nelle campagne del secolo scorso, trattori, auto e moto rigorosamente d’epoca.
Con l’appuntamento in Campo del Palio per mangiare i piatti della tradizione nelle casette di legno che fanno di questo evento il ristorante all’aperto più grande d’Italia.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Edizione digitale
Precedente
Successivo