mancuso video
Attualità

Fase 2, il sindaco di Castagnole Lanze: «Rispettiamo le regole o rischiamo di rimanere in casa per un’estate intera»

«Le piccole libertà in più che abbiamo da oggi non devono farci abbassare la guardia». La situazione dei contagi in paese

L’appello del sindaco

In vista della Fase 2 dell’emergenza Coronavirus che prende il via oggi, lunedì, il sindaco di Castagnole Lanze Carlo Mancuso ha lanciato un appello video ai suoi concittadini: «Abbiamo in questi giorni, con la Fase 2, qualche piccola libertà in più, ma dobbiamo continuare a tenere alta l’attenzione per guadagnare quella libertà che tutti ormai sogniamo. Dobbiamo continuare a rispettare le regole: distanziamento sociale, mascherina, guanti, non uscire tutti insieme in famiglia a fare spesa, non andare a camminare spalla a spalla con l’amico o l’amica. Quel che dico è per il bene di tutti noi. E da questa settimana con le forze dell’ordine e volontari saranno sorvegliate più aree del territorio, perché c’è necessità di stare più attenti di quanto abbiamo fatto fino ad oggi. Rispettiamo le regole, altrimenti rischiamo di rimanere chiusi in casa per un’estate intera». Nell’occasione, accanto al suo appello il sindaco ha anche ringraziato «tutti i castagnolesi per il senso di responsabilità dimostrato in questi due mesi nel rispettare le regole e le forze dell’ordine, volontari, impiegati e amministratori comunale per il lavoro svolto».

La situazione dei contagi

Continua ad essere tenuta sotto costante attenzione la situazione dei contagi a Castagnole Lanze, in particolare per quanto riguarda la casa di riposo del paese. Secondo i dati giunti al sindaco attraverso la piattaforma Piemonte Covid 19, 3 persone sono guarite; 4 sono in quarantena assistita a casa e in via di guarigione; una positiva, in quarantena assistita a casa; 2 persone risultate positive ricoverate in ospedale; inoltre, «a seguito della riunione programmatica con la dirigenza della cooperativa che gestisce la residenza San Giovanni – ha spiegato il sindaco ai castagnolesi – 26 persone sono risultate positive e in quarantena assistita presso la struttura; 11 persone positive ricoverate in ospedale; 10 persone, purtroppo, sono decedute in ospedale; 3 persone positive o sospette, purtroppo, sono decedute all’interno della struttura; 15 persone risultano negative. È stato messo a disposizione dei parenti degli ospiti della struttura un servizio telefonico che permette di avere informazioni ed effettuare videochiamate con i propri cari».

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo