Il Movimento 5 Stelle di Asti:«Non siamo condizionati da Grillo»
Attualità

Il Movimento 5 Stelle di Asti:
«Non siamo condizionati da Grillo»

Il capogruppo Gabriele Zangirolami commenta il caso che tiene banco sui giornali nazionali, infrange le "speranze" politiche di chi si è avvicinato solo ora al gruppo scambiandolo per un trampolino di lancio in vista delle elezioni e torna a bacchettare il sindaco Brignolo: «Ha poco rispetto nei confronti della minoranza, troppe nostre mozioni attendono di essere discusse da mesi…

«Siamo liberi e non subiamo alcun tipo di interferenze da parte di Grillo». Gabriele Zangirolami, capogruppo del Movimento 5 Stelle in Consiglio comunale, commenta così il caso che sta tenendo banco in questi giorni. Accusato da alcuni appartenenti del movimento di essere più un padrone che un padre e attaccato anche dalla base, dopo aver censurato il consigliere comunale di Bologna Federica Salsi per essere andata in tv a Ballarò, Beppe Grillo ha buttato benzina sul fuoco pubblicando sul proprio blog «una guida “for dummies” per tutti coloro che hanno dubbi interpretativi, dietrologie, necessità di chiarimenti». In questa guida vengono date alcune indicazioni di comportamento per gli eletti tra le fila del movimento, alcune in vista della campagna elettorale.

«Ma Grillo è una cassa di risonanza del Movimento 5 Stelle – torna a dire Zangirolami – e sul caso Salsi si è fatto un gran parlare togliendo l’attenzione anche a cose ben più importanti». Zangirolami conferma che la base astigiana del M5S si sta confrontando in vista delle elezioni ma ricorda che non potranno candidarsi né lui né Davide Giargia, ricoprendo già una carica elettiva. «Non sono stati ancora scelti i candidati – aggiunge – ma sicuramente non saranno tra quelli che si sono avvicinati solo adesso al nostro gruppo scambiandolo per un bel trampolino di lancio nella politica».

Intanto Zangirolami torna a bacchettare il sindaco di Asti Fabrizio Brignolo sottoscrivendo la lettera del consigliere Giovanni Pensabene (Federazione della Sinistra) sulla nomina del neo dirigente ai Servizi Sociali. «L’abbiamo appreso dai giornali – attacca il capogruppo del M5S – e in questo momento il sindaco sta dimostrando di avere poco rispetto nei confronti della minoranza. Ci sono diverse nostre mozioni che attendono di essere discusse da mesi. Il presidente del Consiglio comunale ha promesso che ne discuteremo ad inizio dicembre, speriamo bene. Ad oggi il voto che diamo a Brignolo è 5, insufficiente».

Riccardo Santagati
twitter: @riccardosantaga

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo