Cerca
Close this search box.
Peracchio
Attualità
Lutto

Il Rione Cattedrale piange la scomparsa di Gianni Peracchio

Ricoprì la carica di Rettore negli anni 1989 e 1990. Fu lui ad ingaggiare quale fantino Gay Preston, unica donna ad aver corso il nostro Palio

Lutto nel Rione Cattedrale. Ci ha lasciato Gianni Peracchio (foto), storico borghigiano che all’interno del Comitato biancazzurro ricoprì la carica di Rettore negli anni 1989 e 1990. Fu lui, con una scelta ai tempi ritenuta molto coraggiosa, ad ingaggiare quale fantino Gay Preston, unica donna ad aver corso il nostro Palio. Venne ripagato nel 1990 dal raggiungimento della finale e dalla conquista dell’acciuga.

Gianni Peracchio è stato inoltre un apprezzato pittore ed ha messo più volte le sue doti artistiche al servizio del Rione, realizzando bandiere e vessilli utilizzati sia quale addobbo delle vie e delle piazze sia per la sfilata. Creò i loghi del Mercà dij Busiard e del Gustadom.

Le sue innate virtù nel dipingere lo portarono ad essere scelto quale Maestro del Palio nell’anno 1978. A partire dal 1960 ha fatto parte della Società Promotrice di Belle Arti di Asti e, dal 1973,  ha collaborato con l’Associazione Filatelica Astigiana.

Gianni ha condiviso la sua passione per il Palio con l’amatissima ed inseparabile moglie Renata, scomparsa alcuni anni fa. Per espresso volere della famiglia, l’annuncio della sua morte è stato dato a funerali avvenuti.

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Le principali notizie di Asti e provincia direttamente su WhatsApp. Iscriviti al canale gratuito de La Nuova Provincia cliccando sul seguente link

Scopri inoltre:

Edizione digitale