Cerca
Close this search box.
malati covid
Attualità
Emergenza sanitaria

In Piemonte non è vaccinato il 75% dei ricoverati per Covid

Lo conferma il monitoraggio della Regione, mentre si riduce di un punto percentuale il tasso di occupazione dei letti nelle terapie intensive

Il 75% dei pazienti ricoverati per Covid-19 negli ospedali del Piemonte non è vaccinato. A fornire il dato statistico è la Regione Piemonte che continua a monitorare l’andamento dei contagi, ma anche dei ricoveri distinguendo tra chi si è sottoposto alla vaccinazione e chi, invece, non l’ha fatto.

In particolare dei 12 ricoveri attuali in terapia intensiva 9 riguardano pazienti non vaccinati, altri 3 sono invece pazienti vaccinati ma con un quadro clinico serio per patologie pregresse. Dei 144 ricoveri in terapia ordinaria 108 non sono vaccinati.

Nella giornata di giovedì sono state 17.165 le persone che hanno ricevuto il vaccino contro il Covid comunicate ieri all’Unità di Crisi della Regione Piemonte (dato delle ore 18). A 9.201 è stata somministrata la seconda dose.

Tra i vaccinati di ieri, in particolare, sono 1.983 i 12-15enni, 5.918 i 16-29enni, 2.593 i trentenni, 2.561 i quarantenni, 1.779 i cinquantenni, 879 i sessantenni, 325 i settantenni, 198 gli estremamente vulnerabili e 205 gli over80.

Dall’inizio della campagna si è proceduto all’inoculazione di 5.417.257 dosi (di cui 2.428.233 come seconde), corrispondenti all’89 % di6.085.290 finora disponibili per il Piemonte (percentuale inferiore a ieri perché comprende le dosi di Pfizer caricate in piattaforma).

Nella settimana 16-22 agosto, in Piemonte, il numero dei nuovi casi segnalati risulta in riduzione rispetto alla settimana precedente. La percentuale di positività dei tamponi resta al 2%, mentre l’Rt puntuale calcolato sulla data di inizio sintomi cresce leggermente passando da 0.99 a 1.05. Il tasso di occupazione dei letti in terapia intensiva si riduce da 2% a 1%, mentre resta stabile al 2% quello dei posti letto ordinari.

Aumentano i focolai attivi, mentre si riducono i nuovi e il numero di persone non collegate a catene di trasmissione note. Il valore dell’incidenza e il numero dei ricoveri ancora contenuti concorrono favorevolmente a mantenere il Piemonte in zona bianca.

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Le principali notizie di Asti e provincia direttamente su WhatsApp. Iscriviti al canale gratuito de La Nuova Provincia cliccando sul seguente link

Scopri inoltre:

Edizione digitale