isola d'asti area maseng
Attualità
Intervista

Isola, la riqualificazione dell’area del Maseng tra gli obiettivi 2023 del Comune

Il sindaco Michael Vitello racconta progetti e impegni per il 2023 dell’amministrazione comunale

Il 2023 si apre ad Isola con un bilancio di tante opere pubbliche già realizzate da parte del Comune, progetti da portare a termine e nuovi obiettivi a cui guardare. L’intervento più imponente a cui si è lavorato è certamente la riqualificazione del palazzo comunale di piazza Merlino. «Un’opera da 850 mila euro che ha riguardato il consolidamento della struttura con micropali, il rifacimento delle solette e degli impianti, l’efficientamento energetico», spiega il sindaco Michael Vitello. I lavori dalla primavera 2021 all’agosto 2022; gli uffici comunali si erano trasferiti, per la durata dell’intervento, in locali di corso Volpini presi in affitto.
Tra le altre opere realizzate, il completamento dei lavori di riqualificazione della scuola primaria, il rifacimento del tetto della biblioteca comunale, la nuova piazzetta in frazione Repergo (con contributo del GAL), il rifacimento dell’acquedotto (in collaborazione con l’acquedotto Valtiglione; un’opera da 200 mila euro) e nuovi asfalti (per 100 mila euro) in frazione Villa; la messa in sicurezza di strade e frane (a Villa e Mongovone, per 200 mila euro; prossimi obiettivi Bragna e Cantalupo).
Con il sindaco Michael Vitello diamo uno sguardo agli obiettivi del nuovo anno.

Quali sono le principali opere che l’amministrazione comunale conta di portare a termine nel 2023?

Quest’anno abbiamo come obiettivo la riqualificazione completa dell’area Maseng, i cui lavori sono già appaltati: il progetto complessivo di sviluppo dell’area è di 900 mila euro, dei quali 130 per il campo da calcetto, già realizzato nell’estate, finanziato da Credito sportivo e fondi PNRR, e 760 mila per la riqualificazione del Maseng, provenienti dal bando per la Rigenerazione urbana. Tra le opere in programma, pavimentazione in blocchetti drenanti, la sistemazione del parco giochi per i bambini, area ristoro e relax; campo da bocce, nuova siepe e recinzione. Inoltre, nel 2023 la riqualificazione completa dell’illuminazione pubblica e un lotto di telecamere in modo da coprire tutto il territorio, anche nelle zone più isolate e periferiche. Riusciremo a realizzare tutto grazie ad una seria programmazione fatta negli scorsi anni.

Qual è il problema irrisolto ad Isola?

L’abbandono di rifiuti. Purtroppo le zone di Bragna e del Tanaro sono preda di incivili che continuano a sversare rifiuti e a inquinare. Nonostante, tramite fototrappole, qualcuno venga individuato e sanzionato, nonostante le periodiche giornate di pulizia e raccolta, è un fenomeno che non si riesce ad arginare.

Che cosa manca nel suo Comune e che cosa farebbe se avesse la bacchetta magica?

Sinceramente non manca nulla a Isola: probabilmente se avessi la bacchetta magica, farei in modo che noi isolani credessimo di più nelle nostre potenzialità e in quelle del nostro bellissimo territorio.

Qual è la caratteristica che rende unico il paese?

La sua stessa natura, il fatto che ha un’anima di pianura e di passaggio, che ci permette di essere la zona residenziale del capoluogo limitrofo. La geografia che ci pone a metà strada tra Asti e Alba e ad un passo dalla bellissima Costigliole d’ Asti e il fatto di avere zone di collina, con paesaggi unici, che producono un ottimo vino e ottimi prodotti agroalimentari. Siamo la porta del Monferrato, che crescerà sempre di più in questi anni.

Chi è il sindaco Michael Vitello

Ha 38 anni e due lauree, in Chimica e in Medicina. Nonostante gli studi ha scelto di dedicarsi a tempo pieno all’impegno di sindaco. Michael Vitello è alla sua prima esperienza amministrativa, sindaco di Isola d’Asti dal 2019. Il papà Giuseppe era stato consigliere comunale nell’amministrazione Ferro. Tra i suoi precedenti impegni in paese la guida dell’AVIS.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo