Iniziativa

La sicurezza “è rock” e dev’essere sempre al primo posto

10 Maggio 2022

Tra Asti e Canelli il progetto “Safety Rock Event” promosso da Italia Loves Sicurezza

«Be safe, be rock: la sicurezza ha un nuovo sound». È stato questo il motto del Safety Rock Event che si è tenuto venerdì, con una prova generale, alla sala Pastrone dell’Alfieri e, in serata, al teatro Balbo di Canelli. Lo spettacolo è stato organizzato da Italia Loves Sicurezza in collaborazione con il Comune di Asti. A Canelli, invece, con il sostegno dell’amministrazione comunale. Italia Loves Sicurezza è un movimento di persone, libero e gratuito, spinte dalla passione per la salute, la sicurezza e volenterose di dare un contributo alla società.

«La sicurezza dovrebbe iniziare a far parte della nostra cultura» è stato uno dei messaggi lanciati nell’iniziativa organizzata per celebrare il Giorno della Sicurezza. Dato il messaggio di estrema attualità del progetto, in occasione dell’appuntamento in Sala Pastrone era stato mandato un invito a partecipare a diverse scuole superiori della città, in particolare alle classi quinte. Ma, purtroppo, le tre scuole superiori chiamate non hanno quasi del tutto accolto l’invito dei promotori. A teatro erano presenti, infatti, due studenti dell’Artom e gli addetti ai lavori.

Un’occasione persa, quindi, che però non influisce sulla bontà del progetto e sulla necessità di continuare a parlare di sicurezza tra i più giovani. Infatti lo spirito dello spettacolo è stato ben leggibile fin da subito: la sicurezza è un valore e come tale influisce sulle nostre scelte che molto spesso possono rivelarsi tragiche per gli altri. I giovani tendono a dare tutto per scontato, a vivere la vita prendendosi mille rischi, conformandosi con gli influencer e agli aspetti più bassi di questa nuova società. C’è quindi bisogno di abbattere questo muro, di iniziare a vedere la sicurezza come un diritto. Sicurezza non è paura di morire, ma amore per la vita. È arrivato il momento di abbattere gli schemi. Esattamente come il rock che ha sovvertito gli status quo, colona sonora dei grandi cambiamenti culturali, da Elvis ai Pink Floyd ai Pearl Jam.

Una nota di merito all’attore principale Stefano Pancari che ha regalato agli oltre 80 spettatori del Balbo di Canelli, dopo la prova generale ad Asti, una performance ricca di intensità: non sono mancati, infatti, video, canzoni, citazioni che hanno trattato tutti esempi di cui gli adolescenti sono protagonisti, riuscendo a rendere il tutto divertente e motivante.

La testimonianza dell’ambassador

A fine del monologo Pancari ha lasciato la parola a Fabio Bosticco, ambassador di Italia Loves Sicurezza, il quale ha esordito raccontando in modo coinciso uno dei tanti progetti realizzati dal movimento.

«La settimana della sicurezza è iniziata ad essere commemorata nei nostri territori 16 anni fa, – ha spiegato – ma l’anno scorso si è deciso di promuovere un’estensione della celebrazione in tutta Italia. Hanno infatti trasformato un obbligo di legge, la prova di evacuazione, in un vero e proprio evento. Hanno deciso un giorno e un’ora e hanno fatto partire un countdown; al termine 1934 persone tra cui 26 aziende e scuole, hanno effettuato una prova di evacuazione. Da soli si possono fare poche cose, ma con tante persone l’evidenza cresce. Questo esperimento sociale è stato uno stimolo alla cultura».

A concludere l’evento è stato lo stesso Pancari che ha lanciato un suo personale invito: «Spero vi venga la voglia di fare la differenza là fuori, e di farla come le vere rockstar».

Exit mobile version