Contributi comunali ai residenti con piccole difficoltà
Attualità

Contributi comunali ai residenti con piccole difficoltà

Il Comune di Asti mette a disposizione dei residenti con più di 65 anni una serie di servizi e contributi al fine di sopperire alle piccole difficoltà della vita quotidiana, soprattutto per chi vive

Il Comune di Asti mette a disposizione dei residenti con più di 65 anni una serie di servizi e contributi al fine di sopperire alle piccole difficoltà della vita quotidiana, soprattutto per chi vive solo. Nello specifico si tratta del servizio di trasporto, che permette di raggiungere il centro cittadino e accedere ai mezzi pubblici in modo autonomo, il servizio di telesoccorso e teleassistenza, che permette di ricevere un intervento immediato in caso di richiesta di aiuto e due diverse forme di contributo: il contributo per il sostegno della tariffa di igiene ambientale e acqua potabile e il contributo economico di domiciliarità, erogato dall’Asl.

Servizio di trasporto. I residenti nelle frazioni di Asti con più di 65 e ISEE inferiore all’importo annuo del trattamento minimo di pensione INPS (riferito all’anno precedente), incrementato del 15%, possono beneficiare dell’abbonamento agevolato. La domanda e relativa certificazione deve essere presentata presso lo Sportello di Segretariato Sociale (Via De Amicis; lun-mer-gio-ven 9-13).

Telesoccorso e teleassistenza. Gli anziani e gli invalidi che vivono soli, così come le persone con patologie gravi certificate dal medico curante possono, tramite questo servizio, attivo 24 ore su 24, inviare la loro richiesta di aiuto alla centrale operativa mediante un piccolo telecomando e ricevere telefonate di compagnia. Per l’attivazione del servizio è necessario presentare domanda presso lo Sportello di Segretariato Sociale. Il Comune fornisce gratuitamente l’attrezzatura iniziale agli utenti a carico dei quali è posto solo un minimo canone mensile.

Contributo tariffa igiene ambientale e acqua potabile. I residenti nel comune di Asti che hanno compiuto 65 anni e con reddito inferiore al minimo pensionistico INPS aumentato del 15% possono fare richiesta di rimborso dell’importo della Tariffa di Igiene Urbana dovuta annualmente per la propria abitazione fino al 50% e per il pagamento dei consumi dell’acqua potabile. La domanda per accedere al contributo, disponibili all’Unità Operativa Anziani, all’URP e sul sito del Comune (http://trasparenza.comune.asti.it/archivio16_procedimenti_0_9338_0_1.html), deve essere consegnata nel mese di ottobre mentre, il contributo richiesto, è generalmente erogato entro aprile dell’anno successivo.

Contributo economico domiciliarità. Consiste in un sostegno economico finalizzato a favorire e sostenere la permanenza dell’anziano non autosufficiente nel proprio domicilio. Il servizio è destinato agli ultrasessantacinquenni riconosciuti non autosufficienti dalla commissione di Unità di Valutazione Geriatrica (UVG). La domanda di contributo deve essere presentata allo sportello socio sanitario unico dell’Asl di Asti (ospedale Cardinal Massaia, 1° piano; lun-ven 9-13; 0141/487840) dalla persona interessata, dal tutore, dall’amministratore di sostegno, da persona convivente, parente o conoscente. L’erogazione del contributo è subordinata all’accoglienza della domanda, dalla posizione in graduatoria e dalla disponibilità finanziaria.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo