La sede Cisa di Nizza
Attualità

Nizza Monferrato: dalle Nazioni Unite un premio speciale per il Cisa

Un premio, per lavoro in supporto ai rifugiati, è stato assegnato nei giorni scorsi al Consorzio Intercomunale Socio Assistenziale (CISA) Asti sud. Si tratta di “We Welcome 2019”

Un premio speciale per il Cisa

Un premio, per lavoro in supporto ai rifugiati, è stato assegnato nei giorni scorsi al Consorzio Intercomunale Socio Assistenziale (CISA) Asti sud. Si tratta di “We Welcome 2019”, riconoscimento internazionale a cura dell’UNHCR, l’agenzia delle Nazioni Unite che segue le pratiche di richiesta asilo e protezione. A monte, il progetto SIPROIMI, che ha preso via nel giugno 2016, autorizzando 25 posti di accoglienza per nuclei familiari, in seguito portato a 50, dopo opportuna autorizzazione, l’anno successivo. Di queste persone, in fuga da persecuzioni di tipo etnico o religioso, da conflitti e situazioni ad alto rischio, sono stati promossi interventi a sostegno in un quadro complessivo di supporto all’integrazione nelle nostre comunità.

Un grandissimo onore

Commenta Giuseppe Occhiogrosso, direttore del Consorzio: «È un grandissimo onore, per me e per tutti gli operatori, aver ricevuto questo riconoscimento. Un onore che vogliamo condividere in primis con la Cooperativa CrescereInsieme scs onlus, Ente Gestore del SIPROIMI, e con le aziende che nel 2019 hanno favorito l’inserimento lavorativo dei beneficiari del Sistema di accoglienza SIPROIMI, condividendo con noi un percorso finalizzato all’inclusione socio economica e lavorativa degli stessi all’interno del territorio che li accoglie». È proprio la collaborazione con il tessuto imprenditoriale locale, nella fattispecie con 5 aziende della zona, a essere stata ritenuta meritevole dall’ONU: «Nell’ambito di “Welcome, Working for refuge integration” sono state premiate le aziende che si sono distinte come esempio di positiva responsabilità sociale nel favorire l’inserimento lavorativo dei rifugiati».

Le altre aziende premiate

Le realtà imprenditoriali interessate dal riconoscimento sono Euro Beta srl (Canelli); Stazione Gomme&Service srls (Asti); Marmoinox srl (Canelli); Barida ORD srl (Canelli) e 3D Laser Lavorazione Metalli srl (Canelli). Commentano l’assistente sociale Katia Caruso, responsabile del Progetto SIPROIMI, e l’educatore professionale Piermarco Doglio: «Il riconoscimento di “We Welcome 2019”, è la dimostrazione di quanto sia significativo operare per accogliere, ma soprattutto sia importante fare integrazione vera sul territorio. È indispensabile poter essere risorsa per i beneficiari per poter quindi creare percorsi in cui essi stessi diventino, a loro volta, una preziosa risorsa per la comunità che li accoglie.

Una buona accoglienza per i migranti

In quest’ottica, è fondamentale approntare una buona accoglienza per i migranti, ma lo è ancor più elaborare percorsi finalizzati alla loro inclusione socioeconomica e lavorativa. Con questa prospettiva, l’obiettivo di ogni percorso individuale è la valorizzazione delle competenze e delle capacità possedute dal singolo beneficiario da cui partire per la predisposizione di progetti finalizzati allo sviluppo delle competenze non ancora possedute e creare così persone autonome e indipendenti pronte all’uscita dal sistema di accoglienza». Il CISA Asti sud è attivo su un territorio di 40 comuni, per l’intera estensione della parte meridionale della Provincia di Asti.
Fulvio Gatti

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo

Per la tua pubblicità su
la nuova provincia

Agenzia Publiarco
chiama il n. 0141 593210
oppure invia una mail