si-ricercano-infermieri-categoria-d_598739
Attualità
Sindacato

Nursing Up: prolungamento immediato dei contratti dei sanitari in scadenza

Richieste assunzioni di personale prelevandolo dalle graduatorie DIRMEI per fronteggiare la nuova ondata Covid  

“Proroga immediata fino almeno al 31 dicembre 2022 dei contratti in scadenza di tutto il personale sanitario e di supporto, e assunzioni della durata di almeno un anno prelevando i nominativi dalle graduatorie DIRMEI che sono state formate recentemente. Sono i due passaggi necessari che è essenziale mettere in atto immediatamente per fronteggiare le necessità urgentissime che si stanno presentando sia per la riapertura dei reparti Covid negli ospedali sia per fare fronte all’aumento dell’attività vaccinale”

Queste le richieste indifferibili del Nursing Up, sindacato degli infermieri e delle professioni sanitarie, per affrontare la situazione in cui si sta trovando il Piemonte, che verranno ribadite domani in un incontro che si terrà in Regione con i sindacati.

Il Segretario regionale del Nursing Up Piemonte, Claudio Delli Carri, sottolinea: “Abbiamo lanciato appelli e più volte denunciato una situazione al limite del collasso per la carenza di personale sanitario, infermieri, professionisti della sanità e operatori di supporto, nelle strutture della nostra regione. La lentezza con cui si muove la macchina regionale e quella delle aziende sanitarie sul territorio, per quel che riguarda il reperimento di nuovo personale, invece, si è scontrata con le reali necessità, concrete e urgenti, dei vari presidi sanitari piemontesi.

Domani ribadiremo proprio questo in Regione, che è necessario un cambio di passo anche nella velocità di esecuzione delle decisioni, soprattutto per quel che riguarda le assunzioni. Oggi ci sono almeno due passaggi da mettere in atto subito: prorogare immediatamente i contratti in scadenza del personale sanitario e di supporto, almeno fino alla fine del 2022, e reperire il personale di cui le varie aziende sanitarie hanno necessità dalle graduatorie Dirmei che si sono formate, proponendo contratti di almeno 12 mesi. Questo per fronteggiare la situazione che nelle strutture sanitarie si sta facendo difficile, con la riapertura dei reparti Covid e l’ulteriore impulso alla campagna vaccinale”.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo