La Nuova Provincia > Attualità > Oblati di San Giuseppe in lutto, è mancato Padre Paolo Re
Attualità Asti -

Oblati di San Giuseppe in lutto, è mancato Padre Paolo Re

Stimato sacerdote e insegnante di Lettere, nominato nel 1970 rettore della scuola Fulgor, si è spento mercoledì all'età di 96 anni

E’ mancato Padre Paolo Re

Si sono svolti stamattina, presso il Santuario di San Giuseppe ad Asti, i funerali di Padre Paolo Re, noto e stimato sacerdote degli Oblati di San Giuseppe.
Mancato mercoledì mattina presso la Casa madre della congregazione all’età di 96 anni, con 72 anni di sacerdozio alle spalle, era molto apprezzato per le qualità umane e la preparazione teologica. Per tanti fedeli rappresentava anche un valido sacerdote confessore, da cui ricevere preziosi consigli e suggerimenti.
Milanese, classe 1924, è entrato nella congregazione nel 1935. Ordinato sacerdote ad Asti nel 1948, nel 1953 si è laureato in Lettere all’Università di Torino. Dopo aver insegnato a Canelli, nel 1957 si è trasferito alla scuola Fulgor di via Testa ad Asti, come docente e rettore (nominato nel 1970). Nel 1976 è poi passato alla Casa madre di Asti come incaricato del santuario di San Giuseppe, continuando l’insegnamento sia nelle scuole della congregazione sia in alcuni istituti superiori cittadini. Successivamente è stato rettore della Casa madre, Consigliere della delegazione italiana, responsabile del movimento Giuseppino e direttore della rivista Joseph. Negli anni Novanta ha poi ricevuto l’incarico, dalla Diocesi di Asti, di delegato vescovile per la Vita religiosa ed Esorcista.
Negli ultimi anni si è ritirato progressivamente dai vari incarichi, ma ha continuato il servizio della direzione spirituale e della predicazione, mentre riceveva le cure necessarie per l’età avanzata.

Il ricordo del superiore provinciale Cavallaro

«Ha amato e servito la congregazione per tutta la sua lunga vita – lo ricorda il superiore provinciale, padre Fiorenzo Cavallaro – dedicandosi in modo particolare alla formazione dei giovani, sia con i nostri studenti seminaristi che con gli studenti delle scuole superiori della città».
«Nel collegio Fulgor, poi – continua – è stato un vero punto di riferimento per i tanti collegiali che lo ricordano ancora oggi vivamente».
La salma sarà tumulata nella tomba della Congregazione al cimitero di Asti.

Elisa Ferrando

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente