La Nuova Provincia > Attualità > Palio di Buti: sfida tra mezzosangue a settembre protagonisti ad Asti
Attualità, PalioAsti -

Palio di Buti: sfida tra mezzosangue a settembre protagonisti ad Asti

Tutto è pronto nella località dell’entroterra pisano per ospitare l’edizione 2019 del Palio che si correrà domenica 20 gennaio e vedrà al via sette accoppiate in rappresentanza di altrettante Contrade locali

Cresce l’attesa

Tutto è pronto a Buti, località dell’entroterra pisano, per ospitare l’edizione 2019 del Palio che si correrà domenica 20 gennaio e vedrà al via sette accoppiate in rappresentanza di altrettante Contrade locali.
Nei giorni scorsi si è svolta l’estrazione per la composizione delle batterie. Nella prima corsa di qualificazione si sfideranno le Contrade di Pievania, San Rocco e La Croce, mentre nella seconda batteria si affronteranno San Nicolao, San Michele e Ascensione. “Signore del Palio” 2019 sarà pertanto la Contrada San Francesco, che avrà il non indifferente vantaggio di misurarsi nella terza corsa di qualificazione con le accoppiate giunte seconde (e quindi già affaticate per lo sforzo compiuto in precedenza) nelle prime due batterie.

Percorso in salita

La competizione butese prenderà il via, indicativamente, verso le 14: il percorso, in salita (poco più di 700 metri), vedrà all’opera cavalli mezzosangue montati a sella. Il tracciato di gara si snoderà lungo la “Via Nuova”, principale strada di accesso al paese, ricoperta per l’occasione da uno strato di terra battuta.

Fantini e cavalli

Già definite da tempo le accoppiate al canapo: San Rocco, Contrada vincitrice l’anno passato, disporrà nuovamente di Gavino Sanna quale fantino, mentre il cavallo sarà Qui Pro Quo, soggetto a fondo inglese di 11 anni, con genealogia vincente sia nelle regolari che nei Palii. Qui Pro Quo è fratello di Sarbana e Red Riu. Più volte protagonista a Castiglion Fiorentino tornerà a correre a Buti dopo due anni. Nel 2017 per i colori di Ascensione si qualificò per la finale vicendo la batteria di recupero, dopo aver dato filo da torcere nella prima corsa di qualificazione a Bomario da Clodia.

San Michele monterà Adrian Topalli su Spartaco da Clodia, soggetto a fondo inglese di 8 anni. Eccellenti i trascorsi nelle regolari (all’età di 3 anni), con un successo di spicco a Tarbes. E’ in scuderia da Adrian Topalli, che a Buti lo monterà. Per Spartaco sarà la prima esperienza nella competizione pisana.

Occhio a Ribelle da Clodia

San Francesco punterà su Cristiano Di Stasio e Ribelle da Clodia, cavallo di 6 anni a fondo inglese, uno dei mezzosangue più qualitativi del lotto presente a Buti. Il 2018 è stato per lui un anno formidabile, consacrandolo quale uno dei due-tre migliori anglo-arabi. Un difetto? Le difficoltà che talvolta trova nell’ingambarsi. Alla distanza è però esplosivo.
Ascensione monterà il debuttante Marco Monteriso su Umatilla cavalla di sei anni preparata da Giovanni Atzeni con indiscutibile cura e capacità. In grande spolvero nei Palii dopo ottimi trascorsi nelle regolari ha vinto nel 2018 il Palio della Costa Etrusca. Battuta a Buti lo scorso anno soltanto da Bomario da Clodia.

Ubert Spy e Tiepolo

San Nicolao disporrà di Sandro Gessa su Ubert Spy, 6 anni, soggetto rapido e considerato autentico velocista. A Buti può dimostrare il suo valore. Dopo un periodo di stop per infortunio è annunciato in smaglianti condizioni di forma. Lo allena (davvero bene) Francesco Carìa.
La Croce avrà quale fantino Michel Putzu, chiamato a montare Tiepolo, esemplare a fondo inglese di sette anni. La permanenza nella scuderia Fioravanti lo ha trasformato, adattandolo alla provincia dove ha già centrato numerosi successi. Nel 2017 trionfò a Fucecchio. E’ all’esordio a Buti e la sua presenza desta grande curiosità.

Pievania: non Portorose ma Violenta da Clodia

Infine Pievania: Simone Fenu avrebbe dovuto montare Portorose, 7 anni, soggetto con nelle gambe una corsa secca ma qualche problema sul doppio impegno consecutivo. L’opzione pare però essere saltata, per un acciacco accusato dal cavallo. Pressoché certa quindi la sostituzione con Violenta da Clodia, femmina di sei anni vista all’opera a Siena nello Straordinario montata da Tittia nel Nicchio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente