Drappi
Attualità
Galleria 
Evento

Palio: stimati i Drappi di Pinsoglio e indetta la corsa 2021

La cerimonia si è tenuta al Teatro Alfieri con presenze numericamente limitate per ragioni di sicurezza

Il Teatro Alfieri ha ospitato poco fa i primi eventi ufficiali legati al Palio del prossimo 5 settembre, vale a dire l’Investitura dei Rettori, il Giuramento degli stessi e la Stima dei Drappi.
Mettendo in atto tutte le misure possibili di tutela dei presenti (in numero ridotto proprio a causa della situazione emergenziale che ancora stiamo vivendo) il cerimoniale si è sviluppato al cospetto delle autorità istituzionali, politiche, paliesche e del Maestro 2021 Filippo Pinsoglio.

L’annunciato peggioramento delle condizioni climatiche, puntualmente avveratosi, aveva indotto a spostare gli eventi da Palazzo Ottolenghi, cortile esterno, ad un ambiente chiuso e già precedentemente utilizzato quale il Teatro Alfieri.

Presenti le chiarine ed il tamburo dell’A.S.T.A., i Vessilliferi e le Damigelle, a diventare protagonisti sono stati i ventuno Rettori, il Capitano del Palio Michele Gandolfo e i due Magistrati Marco Bonino e Gianbattista Filippone, quest’ultimo alla sua prima esperienza nell’incarico. Dopo la consegna del Medaglione e l’Investitura dei Rettori il cerimoniale è proseguito con il Giuramento vero e proprio, ad iniziare da quello del Capitano e dei due Magistrati

Impegno sul “Codice Catenato”

Quindi è toccato ai Rettori. Interpellati dal Capitano Gandolfo con queste parole: «Nel nome di San Secondo, Patrono di Asti, e nello spirito dei valori civici di libertà, solidarietà e operosità, sanciti nel “Codice Catenato” e negli Statuti Astesi, secondo le consuetudini indicate nei testimoniali del Palio degli ultimi secoli, signori Rettori, giurate Voi di comportarvi con lealtà ed onore? Giurate Voi?»
I massimi esponenti dei ventuno Comitati, con la mano destra sul cuore hanno risposto in coro: «Lo giuro».

La Stima

A concludere sono stati stimati i due Drappi. Uno destinato al Rione, Borgo o Comune vittorioso nella corsa e l’altro donato alla Collegiata di San Secondo. A dipingerli è stato l’artista astigiano Filippo Pinsoglio. Gli esperti designati dal sindaco Rasero (Alberto Bissolino, Mauro Merlo e Domenico Torchio) a svolgere il delicato compito della Stima in rappresentanza dell’antica corporazione dei tessitori e dei mercanti, hanno appoggiato le mani sul Codice Catenato e pronunciato la formula di rito: «Giuro di bene e fedelmente adempiere all’estimo che mi viene affidato».

I Palii sono composti da due elementi essenziali: il “labaro” dipinto, che porta l’effigie del Santo e le insegne della città di Asti, e il Palio propriamente detto, costituito da una pezza di velluto cremisino congiunta al “labaro”.

Indetta la manifestazione

Ottenuta la garanzia della bontà dei due Palii, il Sindaco Rasero ha indetto ufficialmente e solennemente l’edizione 2021 della manifestazione, prevista per domenica 5 settembre.

Va precisato che la corsa e gli eventi ad essa abbinati potranno avere luogo solamente se l’evolversi della situazione legata alla pandemia sarà andata fortemente ad attenuarsi. O meglio ancora, come ha affermato il Sindaco Maurizio Rasero al termine del suo breve intervento… “se la situazione di afflizione che stiamo vivendo lo permetterà”.

Nelle foto di Maria Grazia Billi: i Palii dipinti dal Maestro Filippo Pinsoglio (nell’immagine, a sinistra il Drappo che verrà donato martedì prossimo alla Collegiata e a destra quello destinato al vincitore della corsa) e i 21 Rettori schierati in platea al Teatro Alfieri durante il Giuramento.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo

Per la tua pubblicità su
la nuova provincia

Agenzia Publiarco
chiama il n. 0141 593210
oppure invia una mail