costigliole d'asti pianeta grappa
Attualità
Galleria 
Rassegna

“Pianeta Grappa” a Costigliole, oltre trenta distillatori da tutta Italia

Il sindaco: “Un’edizione “zero” di cui siamo contenti: una manifestazione che intendiamo ripetere e valorizzare”

Il castello di Costigliole d’Asti è tornato nello scorso fine settimana ad accogliere un altro grande evento. In scena, tra le belle sale del maniero costigliolese, “Pianeta Grappa”, una due giorni che ha visto ai suoi banchi d’assaggio un primo piano sulle produzioni da nord a sud d’Italia: sono state una trentina le aziende che hanno partecipato alla rassegna, tra cui le due ditte costigliolesi, la Beccaris di frazione Boglietto e la Vieux Moulin di Motta, e le due che giungevano da più lontano, dal Friuli Venezia Giulia e dalla Calabria. «È stata l’edizione “zero” di “Pianeta Grappa”, che abbiamo proposto per la prima volta coinvolgendo i grappifici di tutta Italia: siamo contenti del pubblico che ha visitato la rassegna, così come del numero di aziende che hanno partecipato, considerando che in Italia sono neppure un centinaio i distillatori – commenta il sindaco Enrico Cavallero – Abbiamo già individuato alcune migliorie che si potranno apportare, ma certamente “Pianeta Grappa” è una manifestazione che intendiamo ripetere e valorizzare». «La rassegna ha ricevuto anche la visita del dottor Luigi Polizzi, dirigente del Ministero delle Politiche agricole: siamo stati onorati della sua presenza e ci hanno fatto piacere le sue parole nel confermare la validità della rassegna», aggiunge il sindaco. “Pianeta Grappa” è stato allestito dal Comune in collaborazione con ANAG, l’associazione Noi di Costigliole d’Asti e il Consorzio Tutela Grappa del Piemonte e Grappa di Barolo.

(Fotoservizio Billi)

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale